Giovanna domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 13/10/2016

L'esasperazione

Salve ho un problema molto grave che sta avendo ripercussioni su tutta la mia vita.
Sono stata 3 anni con un ragazzo molto possessivo e geloso e questa cosa mi ha cambiata tantissimo.
I miei sono molto possessivi e mi lasciano uscire una Volta a settimana di sera e qualche volta strappo un'uscita in più inventando una scusa. Premettendo di aver giá cercato di cambiarla, purtroppo senza risultati, qursta cosa mi sta rendendo la vita molto difficile, dato che non m fa vivere come vorrei la relazione con il mio attuale ragazzo. Si ritrova quasi sempre ad andare a feste di compleanno e cose di questo genere senza di me..nel mio piccolo so che non c'è niente di male, ma appena mi informa di queste cose inizio a tremare, ho il batticuore e inizio a piangere senza fermarmi mai . Come se non bastasse, ha una marea di amiche e questa cosa non riesco ad accettarla.. mi viene da piangere solo se lo salutano o se postano una foto su Facebook. Non so più cosa fare.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Federica Capelletto Inserita il 19/10/2016 - 08:37

Bergamo
|

Buongiorno Giovanna,
avrei diverse domande da porle per capire meglio la situazione. Tuttavia, da ciò che scrive, sembra che la sua vita e le sue relazioni siano caratterizzate dalla possessività, che non permette la libera espressione di se stessi e che non permette una quotidianità serena ma, piuttosto, vissuta come in una gabbia. Il timore di perdere il suo nuovo ragazzo la porta a stare male anche fisicamente. Potrebbe provare a parlare con i propri genitori spiegando loro come si sente, esprimendo le proprie paure e difficoltà, potreste in questo modo trovare un compromesso fra il suo bisogno di maggiore libertà ed il loro bisogno di protezione. E, se e quando se la sentirà, potrebbe esserle utile una consulenza psicologica per capire come vive le relazioni e per affrontare la paura di perdere l'altro.
Cordiali saluti,
dr.ssa Federica Capelletto.

Dott.ssa Simona Bianchini Inserita il 19/10/2016 - 09:24

Buongiorno Giovanna,
credo che lei abbia interiorizzato un modello relazionale rigido, caratterizzato da possessività e poco rispetto per la libertà e i confini dell'altro. Questo stile affettivo, spesso, si manifesta anche attraverso i rapporti sentimentali, crea una asimmetria nella coppia e non permette di sviluppare un buon livello di autostima personale, poiché il modo in cui l'individuo si percepisce, sarà sempre influenzato dalle azioni e dai movimenti del partner. Ad esempio, infatti, lei si sente in "pericolo" ogni volta che il suo ragazzo si espone a situazioni sociali e teme di essere abbandonata, poiché non ha il controllo di ciò che accade. Difficile, quindi, vivere i rapporti con serenità e fiducia nell'altro. Io non conosco la sua età, ed è invece una informazione molto importante per capire come potrebbe, intanto, gestire la relazione con i suoi genitori che, da come la descrive brevemente, appare molto "controllante". Avrei bisogno di maggiori informazioni per capire quale sia effettivamente il clima familiare. Quello che posso intanto suggerirle è di iniziare un percorso di psicoterapia per ritagliarsi uno spazio personale solo suo, in cui riacquistare un senso di indipendenza. Uno spazio in cui potrà liberamente esprimere le sue paure di abbandono legate (anche) alla condizione di limitatezza nel poter prendere decisioni. Questo potrebbe permetterle di dare nuova forma al rapporto con i suoi genitori che, al momento, lei vive con frustrazione. Contemporaneamente, cerchi di valutare il significato della sua attuale relazione sentimentale, soffermandosi sui punti di forza che legano lei e il suo ragazzo e parli con lui dei suoi timori in maniera onesta, senza vergogna, ricordando che in un rapporto sano bisogna sentirsi liberi di esprimere le proprie emozioni, senza aver paura del giudizio, ma con lo scopo di trovare un punto di incontro adeguato per entrambi.
Se dovesse esserle utile, può contattarmi in privato.
Un saluto,
Dott.ssa Simona Bianchini