Gaetano domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 13/10/2016

Malessere di coppia

Buongiorno, mi chiamo Alessandro e sono un ragazzo di 21 anni. Preciso che non mai scritto in un blog o in un forum per problemi personali, ma ultimamente sto vivendo uno strano periodo di malessere, che potrà sembrare stupido per alcuni, ma vorrei avere pareri o consigli da parte di qualche esperto.
All'incirca 5 mesi fa ho incontrato una ragazza stupenda, con la quale abbiamo instaurato in bellissimo rapporto. Nel giro di pochi mesi devo dire la verità, me ne sono innamorato perdutamente e sto vivendo un periodo meraviglioso con lei. Siamo entrambi all'università e frequentiamo facoltà diverse. Lei è intelligente ed è in regola con le materie. Io ho auto un piccolo intoppo che sicuramente farà slittare la mia laurea di qualche mese. Il problema è proprio qui.
Dopo quest'intoppo ho cominciato a vivere la relazione con lei prima in maniera strana, ora invece sto proprio male, sento come un senso di inferiorità (sicuramente dovuto all'educazione ricevuta da parte dei miei genitori) verso di lei e addirittura moltissime volte ho pensato di lasciarla perchè "era troppo per me". Addirittura le avevo chiesto di dire ai suoi genitori che ci eravamo lasciati perchè non volevo che mi giudicassero per via del mio ritardo con gli studi. Io non riesco a capacacitarmi del mio senso di malessere (pensando più volte che sia solo un pensiero stupido), ma sta di fatto che ultimamente mi sento veramente male. Aggiungo che siamo entrambi innamoratissimi gli uni degli altri e abbiamo già programmato come potrebbe evolversi il nostro rapporto in futuro.
Voglio dire un'ultima cosa: lei è la cosa migliore che mi è capitata finora, e ne sono veramente innamorato, non voglio lasciarla e non voglio nemmeno ad immaginare come starei senza di lei, ma questo malessere continua a tormentarmi.
Qualcuno può spiegarmi cosa sto provando e come potrei rimediare, io non voglio lasciarla, ma voglio capire con fare a rimediare a questo mio senso di malessere
Grazie in anticipo
Una buona giornata

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Cristina Fumi Inserita il 18/10/2016 - 14:16

Buongiorno Gaetano,

le chiedo: da dove nasce o origina questo senso di inadeguatezza, inferiorità che la sua compagna, bella e intellegente le causa?
Che tipo di educazione ha avuto legato al percorso di studi, alle vittorie e alle sconfitte a scuola?

Come vede, io intra-vedo nelle poche righe che ha scritto un nesso importante tra l'esperienza relazionale famigliare d'origine (ma potrebbe anche c'entrare anche un fratello/sorella - gli amici- i compagni di scuola - le insegnanti etc) e il suo malesssere di oggi;
le suggerirei se fosse possibile di rivolgersi a uno pscioterapeuta della Sua città per approfondire la sua storia.

Un caro saluto

Cristina Fumi
Psicologa-Psicoterapeuta-MIlano
www.studiokaleidos.it