andenkil domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 25/09/2015

Padova

Come ripartire da zero?

salve a tutti! Ho 31 anni, ho appena concluso una relazione di 9 anni, purtroppo non per mia decisione. In breve era una relazione alla quale io credevo piu di ogni altra cosa, soprattutto dopo 6 anni di convivenza e l acquisto di una casa divisa a meta avvenuta nell ultimo anno. Fortemente voluta da lei, e di conseguenza anche da me.Lei si sentiva pronta e mi chiese di provare ad avere un figlio. Una gioia per me indescrivibile. L incubo inizio dopo 1 mese in cui provavamo a concepirlo, poiche la vedevo strana e soprattutto iniziava a voler uscire molto piu spesso di casa e soprattutto con persone che non conoscevo e tra le quali vi era l ex dei suoi 15 anni. Non mi sono mai preoccupato perche reputavo la cosa non in grado di bruciare un rapporto cosi solido come io credevo che fosse. Mi ha lasciato. e non rispettandomi, anzi, mi ha tenuto in ballo per 4 mesi nei quali a mia insaputa frequentava entrambi. A me spiegava che era in crisi depressiva e preferiva stare un po da sola da sua mamma, mentre a lui spiegava che mi aveva lasciato del tutto e che stava vendendo la casa comprata assieme. Mi è crollato un mondo addosso, ho perso l autostima di me, ho perso ogni sentimento nei confronti di ogni altra persona ormai a distanza di 4 mesi. e lei ora è li felice con questo ragazzo. Sono a pezzi.. ho provato a rimettermi in gioco con altre persone ma nulla, i miei sentimenti per lei non sono mai cambiati, persino dopo essere stato preso in giro per mesi. E piu passa il tempo e piu mi accorgo che essere lasciati da innamorati, dalla persona a cui stavo dando e avrei dato tutto, in un momento in cui credevo la cosa fosse reciproca non si supera. almeno per ora non ci riesco. Mi spaventa molto il fatto di non riuscire ad uscire da questa apatia sia sentimentale che comportamentale.

  3 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Carlo Casati Inserita il 25/09/2015 - 21:07

Milano - Centro storico
|

Caro Andekil,
Capisco come ti senti. Certamente con la tua ragazza hai vissuto momenti felici. Considera però: hai vissuto momenti felici anche prima di conoscerla e, se ci pensi, qualche momento in cui ti sei sentito sereno c'è stato anche dopo che ti ha lasciato (ad es. un incontro divertente e piacevole con i tuoi amici).
Tutti noi perseguiamo lo scopo di essere felici. A volte ci riusciamo meglio con una persona cara, a volte ci possiamo riuscire altrimenti. In gran parte la tua attuale apatia e lo sconforto dipendono dal continuo rimuginare intorno al fatto di essere stato lasciato (perchè l'ha fatto, cosa ho sbagliato, cosa c'è che non andava bene in me). Non c'è niente di sbagliato in te! Certe cose succedono e basta. Tormentarsi sui perchè non risolve nulla, se non a deprimersi.
In questo momento dovresti cercare di impegnarti a fare qualcosa che ti piace. E sicuramente c'è qualcosa che ti procurava gioia anche prima di incontrarla. Riprendi tutte le attività che ti danno felicità. Fai uno sforzo. E ricorda che il dolore che provi è in gran parte dovuto ai tuoi pensieri tormentati e autosvalutanti intorno all'abbandono. Pensieri che non ti portano da nessuna parte e che sono la causa prima del tuo umore nero.

Cari saluti,

Dr. Carlo Casati - Verona

Dott.ssa Martina Fabbrizzi Inserita il 25/09/2015 - 16:01

Empoli
|

Gentile Andenkil,
Comprendo la sua sofferenza e il suo stato d'animo.
Purtroppo in questi casi serve tempo per ripartire, per concedersi di nuovo qualcosa Succede, ma succede piano piano, è un percorso...
Piano piano la sua vita ripartirà, ma prima deve "piangere" la sua perdita e per questo ci vuole il tempo che ci vuole. La separazione è un po' come piangere qualcuno che purtroppo non c'è più. Se si riesce a superarlo, questo dolore, e lo si può fare soltanto sfogandolo, si avrà la possibilità di ripartire da noi stessi.

Con i migliori auguri
Dott.ssa Martina Fabbrizzi
(Firenze-Empoli)

Dott.ssa Lina Robertiello Inserita il 04/10/2015 - 14:18

Caro Andenkil è normale soffrire per un amore finito, però può essere anche l'occasione per prendere in mano di nuovo la tua vita e fare cose che possono gratificarti. Non isolarti e cerca di uscire, frequentare amici. La fine di una relazione assomiglia a un lutto che va elaborato. Puoi contattare un collega della tua zona con cui confrontarti.
Resto a disposizione
Dott.ssa Lina Robertiello
Psicologa Psicoterapeuta
Psicoterapeuta Infantile
Esperta in Psicologia Giuridica