Martina198613 domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 10/06/2015

Padova

sessualità

Salve,
sono una ragazza di 28 anni e da 2 circa sono fidanzata con questo ragazzo di qualche anno più grande di me. Lui ha 35 anni.
Io sono calabrese, Lui veneto e dopo un anno di relazione vissuta a distanza in cui le cose andavano alla grande, abbiamo deciso di fare un passo importante ed io ho trovato lavoro in veneto, vicino la sua città.
Da quando vivo qui, vicino a lui, ma con lui, tutto si è trasformato in un disastro.
All'inizio mi ha allontanata, con scuse e giustificazioni varie, che poi ho scoperto essere state dettate da un tradimento, che sto provando a superare, ma la nostra intimità è a rischio nonostante lui mi abbia detto che ha capito quali sono i suoi sentimenti per me, che è sicuro adesso che vuole stare con me dopo che me ne ha fatte passare veramente tante.
Ora sembriamo sereni, tuttavia ancora non abbiamo avuto alcun rapporto sessuale.
Parlando con lui di questo problema, finalmente si è reso conto che la cosa non è normale ed ha deciso di rivolgersi ad un esperto, iniziando una terapia.
Lui dice di amarmi, quando siamo insieme siamo felici e lui mi riempie di coccole ed attenzioni, ma allora perché sessualmente non succede nulla?
Non mi sono mai trovata in una situazione del genere e non so veramente come comportarmi.
Resto in attesa di riscontro.... ringraziando in anticipo per la disponibilità che mi verrà data.
Martina

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Annalisa Sammaciccio Inserita il 22/06/2015 - 09:04

Gentile Martina,
il primo passo verso un tentativo di risoluzione di questa empasse (che rigurda nello specifico principalmente il Suo compagno) mi pare sia stata compiuta da lui stesso, rivolgendosi ad un professionista ed intraprendendo un percorso di psicoterapia. Sarà lui a dover far luce dentro di sè e capire cosa accade nel momento in cui la Vostra intimità da "coccole ed attenzioni" vira verso il contatto fisico. Cosa possa fare lei, alla luce delle informazioni che ci dà, se non attendere con pazienza che il suo compagno faccia il suo pezzo di strada dentro di sè? Parimenti potrebbe prendersi il Suo tempo per capire e sentire come sta in questa relazione e cosa desidera per sè. Un cordiale saluto,
dott.ssa Annalisa Sammaciccio psicologa e psicoterapeuta a Padova
www.annalisasammaciccio.com

Dott.ssa Francesca Fontanella Inserita il 19/06/2015 - 13:35

Cara Martina,
la decisione di rivolgersi ad uno psicologo è molto saggia e prmetterà di fare chiarezza. Non possiamo sapere cosa senta il suo compagno. Magari il senso di colpa è ancora molto forte e si acuisce quando le si avvicina per avere un rapporto, oppure potrebbe vivere male la sua sessualità a cui attribuisce la colpa di rischiare di perderla... chi lo sa. Si conceda cose piacevoli e conceda anche alla vostra coppia momenti di piacevolezza e condivisione: una passeggiata, un bagno al mare, un gelato...
E si metta in attesa curiosa, per vedere cosa accadrà.

Un saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella