Leandra  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 03/01/2020

Agrigento

Prime esperienze sessuali consigli

Buonasera, vi scrivo perchè ho bisogno di un consiglio su come affrontare le prime esperienze sessuali. Ho iniziato ad uscire con un ragazzo, ci siamo visti solo qualche volta per ora e non siamo andati oltre a baci e petting. Il punto è che io non lo sto trovando particolarmente eccitante, non so se sia un mio problema o no. In generale non mi piace molto il modo in cui mi bacia, mentre per quanto riguarda la masturbazione all’inizio non era nè piacevole nè tantomeno eccitante, poi gliel’ho fatto notare (con il dovuto tatto) e un po’ è migliorato. Come faccio a capire se questo succede perchè io sono tesa o perchè effettivamente puó essere che tra noi non ci sia quel tipo di feeling? Dovrei andare avanti o no? Non ci siamo mai spinti al sesso vero e proprio perchè io non me la sentivo ancora, lui invece avrebbe voluto. Premetto che è la mia prima esperienza, e sono abbastanza in ritardo rispetto all’età media (ho sempre avuto forti problemi di timidezza e bassa autostima ma negli ultimi tempi sono migliorata). Puó essere questa la ragione? Lui ha già avuto qualche ragazza, non è inesperto. Addirittura quando dobbiamo vederci sono inizialmente in ansia e a volte ho dovuto rimandare con una scusa, c’è qualcosa che mi blocca da una parte mentre dall’altra desidero anche io fare le mie esperienze. A breve poco ci rivedremo, non so come comportarmi. Per quanto riguarda l’aspetto caratteriale c’è intesa, per questo ho accettato di uscire con lui. È una storia senza impegno per entrambi, nessuno è sentimentalmente coinvolto (e per me questo non è un problema, sono un tipo tendenzialmente solitario). Potete aiutarmi a capire meglio cosa mi blocca? Grazie in anticipo al tempo che mi dedicherete.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Alessandra Melli Inserita il 07/01/2020 - 18:19

Mestrino
|

Salve Eleonora,
dalle sue parole si evince quanto questa esperienza sia da lei vissuta e monitorata attentamente come una preoccupazione (“Non mi piace molto il modo in cui mi bacia, mentre per quanto riguarda la masturbazione all’inizio non era nè piacevole nè tanto meno eccitante, poi gliel’ho fatto notare”; “è la mia prima esperienza, e sono abbastanza in ritardo rispetto all’età media Lui ha già avuto qualche ragazza, non è inesperto”:”Per quanto riguarda l’aspetto caratteriale c’è intesa”). Il monitoraggio di questa preoccupazione costituisce la strategia che lei utilizza per affrontare il problema strategia non propriamente funzionale in quanto è una componente di controllo che paradossalmente acuisce la sua preoccupazione e l'ansia che l'accompagna fino al punto di indurla all' evitamento dell'esperienza stessa , coerentemente con quanto lei afferma :”Addirittura quando dobbiamo vederci sono inizialmente in ansia e a volte ho dovuto rimandare con una scusa, c’è qualcosa che mi blocca da una parte mentre dall’altra desidero anche io fare le mie esperienze”. Credo che lei potrebbe beneficiare di un percorso di psicoterapia cognitivo comportamentale per acquisire tecniche per gestire l'ansia, le preoccupazioni ed il rapporto con il bisogno di controllo.
Resto a disposizione
Cordialmente
dott.ssa Alessandra Melli