Alessia  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 01/10/2019

Bari

Problemi con partner insicuro

Buongiorno, mi chiamo Alessia, mi trovo a scrivere quì perchè ho bisogno di capire cosa succede con il mio partner. Ho conosciuto questa persona mesi fa con cui fin dall'inizio c'è stata una complicità fin troppo bella quasi esagerata. Mi ha fatto vivere un film che poi pian piano è svanito, come se avesse paura di concretizzare seriamente la frequentazione, si è sempre sfogato con me, ha sempre parlato di suoi problemi a livello famigliare come il fatto che non parla con la mamma da 20 anni o del suo passato non proprio fantastico. Ci siamo rivisti un mese fa, e da lì il suo atteggiamento è cambiato, non si fa sentire sempre, circa due volte a settimana, purtroppo il nostro rapporto sembra ora solo fisico, ma io non ci credo. Vedo in lui un atteggiamento di difesa di paura di perdere la sua autonomia essendo solo da un pò, avendo avuto problemi non avendo mai ricevuto affetto dalla mamma, e quindi è come se volesse chiudere il suo cuore, dato che mi riferisce sempre di non avere un cuore.. ma io so che ce l'ha lo vedo da come mi guarda, da come si racconta con me... vorrei sbloccarlo, vorrei fargli capire che non deve essere maligno deve fidarsi con me.. glielo sto facendo capire pian piano ma non so come comportarmi fino ad un certo punto con questa persona dato che poi si parla a parer mio di carenze affettive, poca fiducia quindi piu a livello psicologico di aiutarlo...è una persona che vuole spingersi ma ha paura, vuole farsi vedere duro ma duro non lo è , almeno con me... voglio fargli capire che io gli voglio bene davvero... c'è per caso un aiuto a livello psicologico per me? per aiutarlo a fargli cambiare idea? attendo vostre grazie

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Luisa Scopelliti Inserita il 01/10/2019 - 16:02

Cara Alessia, da ciò che scrive può essere che lui sia un uomo che ha paura di legarsi sentimentalmente per cui quello che lei NON dovrebbe fare è proprio ciò che sta facendo cioè la crocerossina o spingerlo a cambiare idea. In questi casi è molto meglio farsi vedere meno disponibile, in modo tale che sia lui a sentire la sua mancanza e a non percepirla come una minaccia alla sua autonomia.

In bocca al lupo!
Luisa Scopelliti