Morena  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 15/06/2019

Caserta

Amore o dipendenza?

Buongiorno. Vi scrivo per cercare di togliere qualche dubbio in merito alla mia relazione. Sono fidanzata da ormai 4 anni e negli ultimi due, in seguito a tante discussioni futili e meno futili, date dalle nostre divergenze di pensiero e caratteriali, il sentimento che mi lega a lui è andato un po' a scemare, tanto da non comportarmi con lui con la disinvoltura di sempre (su quasi ogni campo). Gliel'ho esposto più volte, ma nonostante lui si infuri e minacci di andarsene, siamo sempre punto e a capo. In questo momento, come tutte le volte in cui penso alla situazione, sono abbastanza frustrata, perché razionalmente capisco che sia impossibile andare avanti, ma non riesco a mettere un punto definitivo al tutto perché mi frena il pensiero che lui faccia cose da single (giustamente) una volta finita del tutto. Cosa fondamentale: riesco a pensare a ciò che potrebbe fare lui in seguito, ma non a ciò che potrei fare io, ormai la mia persona quasi scompare quando penso alla situazione. Dunque, mi chiedo ogni giorno se sia semplice gelosia/attaccamento morboso oppure vuol dire che io in fondo amo davvero questa persona nonostante tutto. So che ciò non sostituirà una consulenza vera e propria, cosa che farò sicuramente, ma aiutatemi ad aprire gli occhi. Grazie.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Laura De Martino Inserita il 16/06/2019 - 08:48

Napoli
|

Salve Morena, non è facile rispondere alla sua domanda perché a volte molti bisogni si confondono con l'amore, e stesso la parola Amore assume significati diversi per ognuno di noi. Le suggerisco di chiedersi cosa la unisce a questo ragazzo e più che se è amore o meno, se lo sceglierebbe come compagno della sua vita. E ancora, sente che questa relazione le faccia bene?le sia "utile" per crescere e per gioire insieme della vita?
Una volta risposto a queste domande credo che le sarà più chiara la strada da intraprendere ed allora sia in un caso (stare insieme) sia nell'altro (lasciar andare) si tratterà di mettere in conto sempre anche delle emozioni negative. È inevitabile infatti dopo il primo anno di innamoramento in cui si vede solo il bello, che una relazione vada incontro a sentimenti di rabbia e frustrazione che però vanno affrontati per far crescere il rapporto e la conoscenza reciproca. È altrettanto inevitabile che scegliere di lasciar andare una persona alla quale ci siamo legati, implica affrontate un dolore o sentimenti di gelosia, paura, malinconie e altro. La invito quindi a lavorare sulla sua capacità di "tenere" ( nel senso di con-tenere) anche emozioni negative che sono insite in ogni scelta.

Un caro saluto
Dr.ssa Laura De Martino Psicologa e Psicoterapeuta relazionale e familiare Napoli, Tel 3280273844