Marco  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 21/02/2019

Non me la sento di prendermi questa responsabilità, come dirglielo?

Buongiorno, volevo chiedere un consiglio , sono un ragazzo omosessuale e ho conosciuto da due settimane un ragazzo. prima che avessimo un rapporto gli ho chiesto il test hiv che sfortunatamente è risultato positivo per lui . Lui mette in primo piano la nostra relazione , se così si può chiamare , è dolce e dice che affronteremo tutto insieme , io sinceramente non me la sento di prendermi una responsabilità così grande e perciò mi sento fortemente in colpa . Non so come dirglielo , non so se la mia sia una reazione naturale, avrei reagito differentemente se si fosse trattata già di una relazione in corso da anni ma iniziarla con un così forte carico di responsabilità mi rende pauroso e dubbioso sin dall

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 21/02/2019 - 12:55

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buongiorno Marco,
il suo senso di colpa è comprensibile, ma sembra che il suo istinto di autoprotezione sia prevalente e del tutto naturale, ossia "non se la sente" ad affrontare questa "responsabilità"rappresentata proprio dal farsi carico di una malattia grave e che implica diverse fasi nel decorso e quindi anche cure.
Il suo discorso è molto congruente ("avrei reagito differentemente se si fosse trattato già di una relazione in corso"), ma sembra che il vero nucleo del suo problema sia quello di comunicare ciò a questo ragazzo.
Perciò, per risolvere l'empasse, è importante capire cosa significa per lei dire no a lui, e come si percepisce nel momento in cui rifiuta questo ragazzo.
Inoltre, il fatto che abbia usato la frase "la nostra relazione, se così si può chiamare", mi induce a supporre che lei nutra dei dubbi anche sull'effettiva importanza e profondità della relazione, e che forse ciò sia in contrasto con ciò che prova l'altro ragazzo.
Quindi, la prima cosa da chiarire con lui è proprio questa: come viene percepita la vostra relazione perchè è proprio a partire da questo che si prendono le decisioni, come ad esempio quella che ha manifestato lei riguardo alla difficoltà nel "prendersi la responsabilità".
Spero in ogni caso che risolva la sua situazione.
Un caro saluto.
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma).