Arizona10 domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 20/01/2015

Roma

triste e inutile

Mi chiamo Martina, ho 21 anni, sono da molto tempo insoddisfatta della mia vita, non trovo un lavoro, non studio, l'unica cosa positiva sono diventata allenatrice di karate, quando vado in palestra mi sento bene perchè non posso pensare a me e ai miei problemi, mi sento sola e triste nonostante abbia parecchi amici, l'unica cosa che vorrei fare è andare via, scappare, viaggiare conoscere nuovi posti, persone e culture, ma purtroppo non ho la disponibilità per farlo, mi sento inutile, vorrei fare altro invece che piangermi addosso ma sono entrata in questo tunnel e non riesco più ad uscirne. Aiutatemi!

  3 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Valentina Nappo Inserita il 24/01/2015 - 21:36

San Giuseppe Vesuviano
|

Gentile Martina,
parli di "problemi" ma non ci dici quali siano.

Non credi che sarebbe per te utile chiedere un consulto ad uno psicologo? E' possibile farlo sia privatamente, sia attraverso la tua ASL.

Un caro saluto
Dott.ssa Valentina Nappo
Psicologa e psicoterapeuta individuale, di coppia, familiare
Pompei - San Giuseppe Vesuviano - Napoli (Soccavo)
www.pscodialogando.com/

Dott.ssa DANIELA SIRTORI Inserita il 27/01/2015 - 18:00

Ciao Martina,
è vero, ci racconti i tuoi stati d'animo, quello che vorresti fare ma non puoi e di un senso di inutilità che ti imprigiona in un tunnel... ma quali sono i tuoi progetti? Perchè un lavoro, lo studio, viaggiare, conoscere diventano un progetto quando scegliamo di desiderare quel lavoro, quel corso di studi,quel luogo da raggiungere e conoscere.. proprio come il karate (non uno sport in generale) che è diventato un'opportunità così devi procedere con tutto il resto e cercare le possibilità reali e concrete non quelle che ti piacerebbe ma non possono essere... Prova.. spesso ciò di cui abbiamo bisogno è alla nostra portata ma guardiamo oltre...
Dssa Daniela Sirtori

Dott.ssa Valentina Mossa Inserita il 23/01/2015 - 20:10

Cara Martina,
nella tua mail leggo una profonda tristezza a causa di questo malessere che non precisi da quanto tempo vada avanti.
In secondo luogo ci racconti di non avere un lavoro e subito dopo aggiungi di essere diventata un'allenatrice di karate... questa attività per te non equivale ad un reale lavoro?
Sei molto giovane e quello che mi sento di consigliarti ed iniziare a prendere la situazione in mano: recati da uno specialista nella tua città e affronta tutto ciò che ti porta a sentirti insoddisfatta e triste.
Un caro saluto ed un forte in bocca al lupo,

Dott.ssa Valentina Mossa
www.valentinamossa.com