Martina21 domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 10/07/2014

Lucca

Non so cosa fare nella vita

Salve a tutti. Mi chiamo Martina e ho 19 anni.
Sto passando un periodo abbastanza confuso e duro per me.
Mi racconto in breve.
A 16 anni ho lasciato la scuola superiore che frequentavo per la non voglia di studiare. Dopo un anno che ero a casa ho iniziato a frequentare un corso come segretaria sempre presso la stessa scuola. Però mi sono accorta che non è realmente quello che voglio fare quindi ho deciso di abbandonare.
Adesso sono alla ricerca di altri corsi formativi e tirocini retribuiti. Il mio problema è che non capisco cosa voglio realmente fare nella mia vita. Mi sento in colpa per aver abbandonato perché mi domando cosa farò adesso. Ho l'ansia di rimanere a casa senza fare niente, ho scoperto di avere la paura di stare sempre a casa e non fare un bel niente quando in realtà ho voglia di fare tantissime cose per migliorarmi e crescere professionalmente. In più i miei genitori non stanno sempre dalla mia parte e mi sento totalmente sola e indifesa. Cosa mi consigliate? Cosa dovrei fare per sentirmi meglio?
Grazie in anticipo.
Cordiali saluti

  4 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa ANNA LAURIA Inserita il 18/07/2014 - 15:16

Ciao Martina,

avere 19 anni significa essere in quella "terra di mezzo", all'interno della quale si muovono venti opposti, come tu stessa racconti. Da una parte vi è il desiderio, la voglia e la curiosità di fare tantissime cose, e di aprirsi a tantissime esperienze. Dall'altra dimora, nel cuore, l'incertezza, la paura a volte, e come tu stessa dici la "confusione", quella cosa che quando arriva ci avvolge di una fitta nebbia.
Questi due poli opposti se la giocano dentro di noi, e può capitare che l'unica cosa che accade è che rimaniamo bloccati. E l'ambiente esterno ci chiede risposte.
Cosa fare?
Sono eventi emotivi che servono a crescere, tutti bene o male li attraversano. Impara a fidarti di entrambi questi movimenti. A fidarti di ciò che senti muoverti dentro di te. E sperimenta una cosa alla volta di ciò che ti piace fare, ascoltando che effetto ti fà, che cosa apre in te. Può aiutarti molto anche l'arte, di qualunque natura sia. Aiuta a stare in contatto con quelle emozioni che ascoltate, diventano una chiave per incontrare chi sei, e quindi che cosa vuoi fare.
Nel mio lavoro con i bambini uso spesso i "mandala". Un disegno dentro un cerchio che colorandolo cambia I colori del cuore, apre prospettive inaspettate scoprendo risorse e interessi mai pensati prima.
Ti auguro un viaggio di scoperta ricco e stimolante. In te c'è una "bellezza" che ha bisogno solo di "tempo" per venire alla luce.

Dott.ssa Loredana Trebisacce Inserita il 16/07/2014 - 12:42

Cara Martina,
da quello che scrivi si avverte tutto il disagio nel non aver trovato ancora un senso alla tua vita e la frustrazione per non saper cosa fare per realizzarti da un punto vista professionale.
Inoltre parli di senso di colpa per aver abbandonato un percorso di studi e un senso di solitudine che provi a volte a casa nel non essere capita nelle tue motivazioni.
Forse tutta questa fretta non ti aiuta a guardare davvero dentro di te e il rischio è che le pressioni esterne prevalgano sue quelle che sono le tue esigenze.
Spesso i nostri genitori, le persone che ci circondano, e la società stessa premono affinché dimostriamo in fretta e in maniera efficace chi siamo e cosa vogliamo, attraverso qualcosa di tangibile, un percorso di studi, un lavoro etc, ma forse è anche normale, alla tua giovane età, fermarsi un attimo e provare davvero a capire le tue motivazioni, sentimenti, paure e risorse.
se vorrai puoi scrivermi per raccontarmi di te.
Un caro saluto
Dott.ssa Loredana Trebisacce

Dott.ssa Serena Mottura Inserita il 16/07/2014 - 09:44

Ciao Martina, comprendo la difficoltà del momento che stai attraversando. Il fatto che tu abbia voglia di fare moltissime cose è positivo e considerando la tua età hai anche l'energia di poterlo fare. Sicuramente è importante partire dai tuoi interessi per sperimentarti e gradualmente individuare meglio la tua strada. Riporti però anche dei vissuti importanti come il senso di colpa e l'ansia che probabilmente ti limitano l'energia per portare avanti ciò che ti interessa. Credo che sia importante chiedere aiuto a un professionista che possa aiutarti a gestire questi sentimenti bloccanti e sostenerti nella fase di sperimentazione dei tuoi interessi.
Un caro saluto.

Dott. Giovanni Iustulin Inserita il 15/07/2014 - 15:19

Salve Martina, in quello che hai scritto noto in particolare che in realtà hai voglia di fare tantisssime cose per migliorarti e crescere professionalmente. Bene, è da li che puoi partire, cioè individuare quali sono le tantissime cose che vuoi fare. Più ce ne sono, più puoi scegliere. Questo però significa che devi darti da fare per trovare e percorrere anche tutti i passaggi necessari per arrivare al tuo obiettivo. Se da sola non ti riesce, rivolgiti a un professionista che ti possa aiutare a trarre l'utile dalla tua confusione e incertezza. Le risorse le hai, ma si tratta di trovare il modo per riconoscerle e utilizzarle. Buon lavoro per un sereno futuro.