cristina domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 04/10/2015

Pescara

PROBLEMI RELAZIONALI

Salve, sono una ragazza di 20 anni è ho serie difficoltà a relazionarmi con le persone.
vivo in un piccolo paesino dove ci si conosce un po' tutti , o meglio io so chi sono gli altri ma nessuno sa chi sono io. di miei coetanei ce ne sono pochi e sono tutti amici tra loro, e anche se abbiamo condiviso tutti i percorsi scolastici io sono sempre stata esclusa. da piccola la cosa mi turbava molto ma poi ho lasciato correre e mi sono dedicata solo allo studio.
ma la cosa si è fatta più pesante quando ho iniziato l'università, sperava che in classi di 400 persone avrei trovato qualcuno che parlasse con me, ma così non è stato. adesso mi sento più sola che mai, e non ho neanche più voglia di uscire di casa. mia madre ne soffre molto perché vorrebbe che mi sforzassi di più di far amicizia con le persone, ma io non ci riesco. mi ha consigliato di iscrivermi ha qualche corso o qualsiasi cosa mi faccia stare con gli altri e faccia uscire di casa. ma il mio squallido paese per vecchi non offre niente, nemmeno gli scout.
adesso passo tutto il tempo a casa a guardare la parete e a piangere perché per quanto mi sforzi non trovo niente da fare.
io non so stare con le persone, in una conversazione rimango impalata ad ascoltare senza dire niente, o perché la cosa non mi interessa o perché non penso che ciò che mi passa per la testa sia molto importante e perché se parlassi e nessuno mi ascoltasse come è sempre successo credo che non avrei più la forza mentale di affrontarlo e sarebbe la volta buona per non uscire più di casa.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Katiuscia Maria Gipponi Inserita il 05/10/2015 - 10:22

Cara Cristina,
sicuramente dalla tua lettera emergono sia il disagio per la situazione in cui ti trovi e che ti sta stretta, sia l'urgenza di affrontare quelle che sono le tue difficoltà e apportare un cambiamento pratico nella tua vita.
Formulare questa richiesta d'aiuto è stato il primo passo verso il cambiamento.
Ora, procedendo per micro obiettivi, ti suggerisco di trovare un terapeuta vicino a casa, con il quale iniziare un percorso di crescita personale.
Come diceva un famoso psicologo "è nel momento in cui mi accetto così come sono che io divengo capace di cambiare".

Restando a sua disposizione, le mando un caloroso augurio

Dott.ssa Katiuscia Maria Gipponi