Vanity domande di Genitori e Figli  |  Inserita il 08/06/2014

Mantova

rapporto con figlia del mio compagno

Buongiorno, avrei bisogno di un vostro consiglio. Brevemente vi spiego: sono 4 anni che vivo insieme al mio compagno che ora è divorziato e ha una figlia di 11 anni, con il quale ho avuto un bimbo che ora ha un anno. Il rapporto con sua figlia è sempre stato stupendo, era come se fossimo sorelle ma da quando si è intromessa sua madre (ex moglie) , che da anni giurava di mettermela contro), il nostro rapporto si è completamente rovinato. A parte averle messo in testa cose assurde come il fatto che con l'arrivo del fratellino x lei non ci sarebbe stato più posto e altre cose non vere su di me, le ha proprio fatto cambiare carattere... non mi vuole più vedere, fa finta di avere un rapporto civile con me, Vuole solo il padre. Io soffro molto per tutto questo ed ho provato a parlarne con lei ma lei risponde sempre che.non è vero... la mia domanda è: come mi dovrei comportare con lei? Cosa dovrei fare?

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Ada Dondè Inserita il 19/06/2014 - 17:26

Carissima Vanity, certamente in questa situazione ci sono molte componenti che la rendono critica: la nascita del fratellino (figlio tuo e del padre) che ha nella sua mente certamente una posizione privilegiata; la conferma della madre della ragazza che alimenta questa sua paura e ultimo, ma non meno importante, il probabile ingresso della stessa in quell'età adolescenziale che amplifica tutti i disagi dei ragazzi. é assolutamente essenziale, in questo momento in cui la paura profonda è quella di non essere importante per nessuno o di venire dopo il fratellino nelle cure e nella preoccupazione dei genitori (non è un caso che si sia legata di più al padre, l'unico consanguineo della coppia), continuare a darle tutta l'attenzione e l'affetto cui l'avete abituata, mostrandole che gli atteggiamenti conflittuali che può mettere in atto non intaccano per niente il rapporto che voi avete creato con lei. Anzi esplicitate sempre la vostra disponibilità e il vostro affetto nei suoi confronti. Fatevi vedere uniti in questo, in modo che lei si convinca che il vostro amore per lei non è cambiato con la nascita del fratello e che non occorre che si attacchi più ad uno dei due per avere quelle attenzioni che entrambi potete e volete darle.
Restiamo in ascolto.