Alice domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 19/06/2017

Scatti d'ira e disturbo borderline

Ho ventiquattro anni e sto passando un periodo difficile della mia vita. Credo di avere da sempre un disturbo borderline di personalità, in una forma sicuramente meno grave ma che si accentua nei periodi di stress come questo, unito ad una lieve depressione. Non sono più sicura della strada che ho scelto per il mio futuro e da quando ne ho preso consapevolezza, ho iniziato ad avere difficoltà a concentrarmi e studiare, svogliatezza, disinteresse per qualsiasi relazione sociale, disordini alimentari e scatti d'ira incontrollabili che mi portano a fare o dire cose di cui subito dopo mi pento alle persone a me più care. è come se non riuscissi a controllarmi e dovessi sfogare la rabbia con una reazione impulsiva, che sia l'urlare una parolaccia o scaraventare per terra la prima cosa che mi capita a tiro. Sfogare la rabbia mi fa stare male subito dopo, ma opprimerla mi fa stare peggio. I motivi sono spesso futili per tutti, tranne per me, almeno inizialmente. Perdere il controllo mi spaventa, cosa posso fare per incanalare questa rabbia in qualcosa di positivo?

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Maria Luisa Abbinante Inserita il 20/06/2017 - 07:35

Cara Alice,
da quello che scrive è chiaro che sta passando un momento di difficoltà e, probabilmente, questo la rende maggiormente suscettibile alla frustrazione, con conseguenti reazioni di rabbia. Questo può accadere in maniera più spiccata quando si diventa più tristi e apatici.
Non ci sono ricette che consentano di ridurre le reazioni di rabbia, ma è possibile intervenire soltanto andando a comprendere e risolvere a monte i motivi che rendono più irritabili e/o depressi. Non posso che consigliarle di rivolgersi ad uno psicoterapeuta nella sua zona per lavorare sulle sue difficoltà.
P.S. Lascerei allo psicoterapeuta anche eventuali diagnosi di disturbo di personalità, evitando di autoetichettarsi in quadri che rischiano di diventare motivi di autoperpetuazione di pattern di comportamento disfunzionale.

Un caro saluto,

Dott.ssa Maria Luisa Abbinante
Psicologa Psicoterapeuta
Riceve su appuntamento a Busto Arsizio (VA)

Dott.ssa Camilla Marzocchi Inserita il 23/06/2017 - 11:29

Salve Alice, le diagnosi devono essere fatte da specialisti e tramite colloquio clinico. Da soli di rischia di andare fuori strada e di preoccuparsi ancora di più.

La rabbia è un'emozione sana, importante è utile perché ci serve quando dobbiamo difenderci da qualche ingiustizia. A volte quando è molto intensa ci fa sentire di perdere il controllo, ma si può imparare, con un po' di lavoro terapeutico, a manifestarla in un modo più soddisfacente e assertivo.

Ha ragione quando sente che trattenerla non la fa stare bene, spesso non è la strada giusta, anzi può essere proprio questa la causa degli scoppi di rabbia successivi.

Le consiglio una consulenza con un collega nella sua zona, una terapia cognitivo comportamentale potrebbe essere adatta alla sua situazione.

Buona giornata,
Camilla Marzocchi
Bologna BO