Taylor domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 30/10/2016

Agrigento

Perché mi succede questo?

Salve,
Sono una ragazza di 20 anni.
Non pensavo di rivolgermi ad un psicologo, all'inizio mi sembrava una cosa da niente ma adesso quello che per me era un "niente" si sta manifestando in un vero problema.
Da cosa è nato io non lo so.
So solo che ho cambiamenti d'umore definirei continui, battiti del cuore accelerati., come se il cuore vorrebbe uscirmi dal petto ed un pensiero costante alla morte.La mia mente gira e rigira ma il pensiero va sempre lì. Non posso stare in luoghi affollati, mi sento mancare l'aria, ma non sempre, solo se ci penso.
. Mi sento triste e senza vita. E pensar che ero sempre sorridente e allegra , pronta a far baldoria .
Soffro anche di gastrite nervosa e prendo una pillola Levobren ogni sera. Mi porto anche questo con me :-/
La sera prima di andar a dormire molto spesso bevo camomilla per rilassare la tensione. Non vorrei prendere nessun ansiolitico, ma cercar di superare questo mio problema con tutta me stessa.
Attento una vostra risposta e molte grazie.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Chiara Francesconi Inserita il 30/10/2016 - 17:04

Ciao Taylor,
molto spesso le problematiche legate all'ansia hanno proprio bisogno di trovare risposta a quel punto interrogativo che ora hai presente: da dove nasce tutto ciò? che motivo ha di esistere? come mai provo queste sensazioni e ho questi pensieri? L'ansia (che si manifesta anche a livello fisiologico, in vari modi, tra cui le tachicardie, le mancanze d'arie e i disturbi digestivi) è infatti un'emozione "segnale", un campanello che vuole dirci che c'è qualcosa che non và in maniera soddisfacente nella propria vita.. un conflitto interiore, un conflitto esterno, dubbi, scelte, cambiamenti o qualcosa del genere.. che non è ancora ben consapevole e su cui invece si dovrebbe porre attenzione e riflessione. In altre parole, l'ansia non è un nemico da sconfiggere ma un segnale da comprendere. Un percorso terapeutico di orientamento cognitivo comportamentale potrebbe aiutarti a capire cosa può aver scatenato quest'emotività e anche a capire cosa fare per gestirla meglio, per evitare che si manifestino panico e limitazioni alla vita quotidiana.
Resto a disposizione per ulteriori informazioni,
un caro saluto,
dott.ssa Chiara Francesconi
psicologa psicoterapeuta
www.chiarafrancesconi.it