Francesca domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 01/05/2016

Bologna

Post aborto

Salve, mi chiamo Francesca e ho 24 anni.
L'estate scorsa ho praticato un aborto volontario d'allora sono cambiate molte cose.....
Sento dentro di me di aver fatto la scelta giusta.....mi sono trasferita in una nuova città per motivi di studio, sono soddisfatta della mia vita attuale di questa nuova esperienza di poter continuare ad imparare cose nuove.....nonostante tutto periodicamente i sensi di colpa salgono a galla, mi sento "sporca" rispetto alle altre donne e sento di aver compiuto un gesto davvero egoistico!
Non ero pronta per avere un figlio, ma infondo chi lo è realmente?
Di norma sento di essere una persona forte e sicura di me ma dopo questa estate comincio ad avere i miei dubbi......
Mia madre è l'unica che è a conoscenza dell'accaduto oltre ovviamente il mio ragazzo......lei nonostante è contraria all'aborto mi ha sostenuto ma da tipica madre italiana si è buttata tutto dietro le spalle ho cercato di riprendere l'argomento con lei ma si irrigidisce e non essendoci passata non sa bene cosa dire....l'indifferenza però è proprio la cosa che mi fa star più male, sa che rispetto a mia sorella e mio fratello sono la più responsabile, la più matura e anche la più forte nonostante sia la più piccola ma questo non vuol dire che non soffra.....trovo assurdo che abbia aiutato mio fratello mandandolo da uno psicologo per una storia d'amore finita male e a me tocca scrivere su un sito online per una sorta di consulenza, devo dire mi sento pure abbastanza stupida.....provo sotto consiglio del mio ragazzo in verità!
Avvolte penso che se mostro uno stato di squilibrio allora potrebbe notarmi.....nonostante sia una donna con il peso forma giusto non sono mai stata pienamente soddisfatta del mio fisico.....magari se perdo peso in modo visibile potrò piacermi di più e mia madre accorgersi di me.....ma poi penso, un comportamento davvero infantile, mi odio per essere così matura e forte avvolte vorrei la fragilità di tante donne per poter soddisfare alcuni miei desideri.....anche dopo tutto questo riesco in parte a stare relativamente calma.....è assurdo!
So che in realtà è una calma interiore ma so anche che piangersi addosso non porta proprio a nulla....anche perché non abbiamo il dono di cambiare il passato..... il potere invece di scegliere tra la vita e la morte si, questo non è una cosa sopportabile neanche da una persona come me che non crede....
Che altro dire....potrei scrivere per ore ma immagino che questo poema basti e avanzi....non so se possa servire a qualcosa ma tanto non costa più di una mezz'ora di tempo della mia vita....
Dimenticavo inutile dire che il rapporto sessuale tra me e il mio ragazzo non è più come prima....
Francesca

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Cristina Fumi Inserita il 02/05/2016 - 07:44

Cara Francesca,

credo davvero sia molto utile oggi che tu ti rivolga a uno psicologo della tua città;
l'aborto è un evento che ha un forte e importante impatto emotivo, è bene occuparsene con l'aiuto di uno specialista.
Quel che racconti del rapporto con tua mamma e con il tuo ragazzo deve essere affrontato; bene che scrivi qui,
ma una psicoterapia può rappresentare un luogo in cui non solo sfoghi il tuo malessere ma rifletti attorno ai significati
della tua vita.
Chiedi ai tuoi genitori di poterti rivolgere a uno specialista; in bocca al lupo!

Un caro saluto!

Dott.ssa CRistina Fumi
Psicologa Psicoterapeuta Milano

Dott.ssa Roberta de Sio Cesari Inserita il 02/05/2016 - 07:32

Cara Francesca
È del tutto normale vivere gli effetti di una decisione così importante sia sul piano personale sia su quello di coppia.
Ciò che mi colpisce del suo racconto è la parte quando dice che bisogna essere fragile per soddisfare alcuni desideri. Se ciò che desidera sono la comprensione e l'abbraccio di sua madre non è necessario essere fragile, ma solo esprimere il suo bisogno e darsi il diritto di occupare da figlia adulta il suo posto in famiglia.
Ritengo che un percorso psicologico possa essere l'aiuto specialistico del quale potrebbe avere bisogno sia per prendersi cura dei vissuti che la stanno tanto coinvolgendo dopo l'aborto sia delle sue questioni familiari. Sono sicura che nella sua zona può trovare colleghi preparati.
Le auguro un meraviglioso percorso di crescita.
Dott.ssa Roberta de Sio Cesari.
Napoli