Luca domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 28/04/2016

Problema ansia

Salve, sono un ragazzo di 18 anni, ho finito l'anno scorso di studiare e adesso ogni tanto aiuto mio padre in campagna. Il mio problema é l'ansia, nel senso che tutti i giorno da quando mi sveglio a quando riesco ad addormentarmi, tendo quasi sempre d'occhio la mia frequenza cardiaca, il dottore mi ha visitato la settimana scorsa, la mia pressione é alta (sicuramente dovuto all'ansia) mi ha prescritto xanax la dose più leggera (che finora ho scelto di evitare), un ecg (ancora da fare) e di contattare uno psicologo o di andare in neuropsichiatria. Giá adesso se scrivo del mio problema mi sento giá meglio e forse ho proprio bisogno di questo, cioé fare sedute da uno psicologo, vorrei che la mia pressione ritorni normale e la mia inutile ansia andasse via (anche se so che é quasi impossibile) come mi ha detto il dottore se continuo cosí vivo male e ha ragione, vorrei tornasse tutto come prima, dopotutto ho una fidanzata e sto prendendo la patente vorrei che la mia vita si normalizzasse, ora come ora non chiedo di meglio. Quali consigli potreste darmi?

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Chiara Francesconi Inserita il 29/04/2016 - 13:20

Caro Luca,
credo che la tua riflessione, quella di attendere per l'assunzione del farmaco e contattare uno psicologo per seguire un percorso terapeutico, sia la soluzione più adeguata. I farmaci ansiolitici servono da "alleviatore/sedatore" dell'ansia, cioè tengono a freno i sintomi di iperattivazione, ma non tolgono dalla nostra mente ciò che ci preoccupa o ciò che nel profondo del nostro essere non ci fa vivere serenamente.. un'insoddisfazione, un conflitto, un dubbio (che magari al momento non è però pienamente riconosciuto e consapevole). Alla sospensione del farmaco, tutto ciò tornerà come è adesso. Un percorso psicologico potrebbe invece aiutarti a comprendere il motivo di questo tuo stato d'animo e come gestirlo: infatti soltanto un aggettivo è sbagliato di questo tuo breve racconto "quest'inutile ansia". L'ansia è un importantissimo segnale psico-fisico che abbiano, e che non dobbiamo mai sottovalutare. Essa vuole dirci qualcosa, tutte le emozioni sono indizi di qualcosa che c'è dentro di noi e che deve trovare espressione esterna e consapevole.
Resto a disposizione per maggiori informazioni,
un saluto,
dott.ssa Chiara Francesconi
www.chiarafrancesconi.it