Spree domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 17/12/2015

Ancona

Bullismo e problemi che ne derivano

Salve, ho 18 anni e faccio il 5° superiore,sono un tipo timido e introverso, molto sulle mie, e spesso con la testa fra le nuvole,con il mio gruppetto di amici e persone fidate,è però da 5 anni che almeno 3/4 della mai classe è composta da persone con la mia stessa età ma un cervello da bambini,non sono bulli pericolosi,ma sono tanti e fastidiosi come non mai. tra spinte,offese,punzecchiature,frasi e versi stupidi,quasi ogni giorno,mi fanno diventare matto.
Ormai sono 5 anni che ci convivo e sta per finire tutto quindi magari non li rivedrò neanche piu, però davvero non resisto.
Quando torno a casa sono sempre nervoso e scorbutico,perdo voglia di fare le cose e di studiare,mi da davvero fastidio che io stia cosi e loro non si sentano minimamente in colpa,anzi non gliene freghi proprio niente.
Io sono davvero troppo buono,apparte che fisicamente non li supererei,ma non sono proprio il tipo che fa male nemmeno ad una mosca, quindi non rispondo mai.
Cosa posso fare per stare almeno bene a casa? Non ditemi di rivolgermi agli insegnanti per favore, non potrebbero comunque fare nulla per questi individui, lo sò gia.
Grazie mille dell'aiuto.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Cristina Fumi Inserita il 18/12/2015 - 20:41

Buonasera SPREE,

il fenomeno del bullismo è molto diffuso e ha conseguenze devastanti su chi è oggetto del comportamento dei bulli.

Descrivi "una situazione tipica" in cui
- denunci un comportamento violento che perdura da anni da parte di un gruppetto che agisce nei tuoi confronti.
Il fenomeno del bullismo è tipicamente GRUPPALE...
- arrivi a dire che comunque "non sono poi così pericolosi", sottovalutando la pericolosità di tali comportamenti e atteggiamenti
La vittima tende a giustificare e/o sottovalutare ciò che gli accade...
- manifesti del disagio psichico che va al di là della timidezza e introversione, sostenendo che fatichi a studiare, che sei nervoso etc.
La vittima sta male ma anche in questo caso cerca di "salvarsi" sostenendo che era timido, chiuso, introverso...

Esiste uno sportello a scuola di uno psicologo scolastico a cui accedere in forma anonima?

Alcuni ricercatori sostengono che le vittime di bullismo sono persone che, nella maggior parte dei casi, soffrono di disturbi depressivi e provegono da
situazioni famigliari e sociali in difficoltà.
Chiedere aiuto, chiedere sostegno al di fuori della scuola è il primo passo per prendere le distanze da questa situazione
e provare a trovare degli strumenti di comunicazione più forti e più efficaci per relazionarsi con questi soggetti:
non si può e non si deve sopravvivere contando i giorni che mancano al temine della scuola,
ma si può provare a fare qualcosa di diverso per sè e per la propria salute mentale.

Coraggio, chiedi concretamente aiuto...

Dott.ssa Cristina Fumi
Psicologa-Psicoterapeuta Milano
www.studiokaleidos.it