Desertrose domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 09/11/2015

Lecco

Vivo in un perenne stato di malessere e ansia..

Salve.. Mi rivolgo qui a causa dell'impossibilità di seguire delle visite.. Ho 19 anni e vivo in un piccolo paese pieno di gente con cui non sono mai andata d'accordo (parlo prevalentemente di miei coetanei) a scuola sono sempre stata presa in giro, ero molto magra, avevo le occhiaie e i denti da castoro. Elementari, medie e primi anni di liceo sono stati devastanti e mi hanno portata ad un'assenza totale di autostima. Da un paio d'anni le cose a scuola vanno meglio, anche se non sono una da voti altissimi. Ho trovato due amici fantastici che mi supportano ma molte volte tendo ad essere infastidita da loro e mi sento molto inferiore. Oltretutto mi ritrovo ad essere gelosa di entrambi. Quest'estate è stato il periodo più felice della mia vita, a maggio mi sono fidanzata con un ragazzo che amo moltissimo, è la prima volta che provo amore nel vero senso della parola verso qualcuno. I primi tre mesi sono stati bellissimi, stupendi.. Mi sono sentita bene con me stessa il che per me è una rarità. Poco più tardi lui ha iniziato a soffrire di ansia (ha avuto molti problemi in passato per esempio anoressia e depressione ed è una persona un po' instabile dal punto di vista emotivo..) e ha iniziato ad avere ripensamenti, diceva che ad agosto sentiva di amarmi ogni secondo di ogni giorno e provava un sentimento molto forte.. Quella volta che per un momento gli sembrava di provare di meno si è spaventato (almeno così lui dice) e ha iniziato ad avere dubbi, a chiedersi se mi amava o no ad avere paura di non amarmi più perché lui con me sta molto bene e non vuole assolutamente che finsca perché la nostra storia l'ha reso felice come non lo è mai stato. La situazione è poi diventata ingestibile. Un mese pieno di angoscia e di ansia e di pensieri negativi che non ci permettevano di reagire. Non capiva se mi voleva più come prima, diceva che a volte sentiva di amarmi e a volte no.. Io sono caduta in uno sconforto fortissimo.. I suoi genitori poi sono venuti a sapere di questa situazione e ci hanno tenuti separati per una settimana, ciò ci ha fatto reagire e la situazione è molto migliorata.. Sono passato quasi due mesi.. Io lo amo follemente ma non mi sono mai più sentita dire un "ti amo".. Stiamo meglio insieme l'ansia è molto più gestibile ma ho paura che lui non tornerà mai a provare quello che provava prima e tutto ciò mi fa troppo male.. Mi sto chiudendo di nuovo in me stessa, ho paura di perderlo, è la cosa più bella che mi dia mai capitata.. Questa situazione mi ha fatto perdere di nuovo l'autostima, sto iniziando ad avere senza ansia e sono tornata ad avere gli attacchi di panico che non avevo più da molto tempo.. Ho tanti problemi con me stessa che non riesco a risolvere e tutto questo non mi aiuta.. Mi sta peggiorando la paura (che ho sempre avuto) di vivere, di morire e di pensare ad un futuro, il mondo sta diventando grigio.. La scuola mi mette l'ansia, la famiglia mi mette l'ansia, il giudizio delle persone, il mio futuro, io stessa mi metto ansia, ho bisogno di sentirmi voluta ed ho paura che il mio ragazzo non torni più ad amarmi come prima.. Sto tanto male e non so come riuscire a reagire, ho bisogno di perché non mi sento felice e vivo sempre nell'ansia e nella paura. Per favore mi aiuti. Grazie per avermi ascoltata spero che lei possa aiutarmi.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Daniela Bonino Inserita il 10/11/2015 - 00:35

Gentile ragazza,
ho letto il suo messaggio: il suo bisogno richiede di essere ascoltato. Credo che valga la pena di dare spazio al suo attuale disagio e che una relazione terapeutica possa offrirle gli strumenti per affrontare questo periodo intenso della sua vita. Credo che non sia sufficiente che io le scriva alcune righe e sento che non sta cercando consolazione, ma comprensione, che può essere frutto di un ascolto della sua storia e del pensare insieme ad un terapeuta.
Per questa ragione, le consiglio di fare dei colloqui psicologici. Non so dove viva e questo non mi permette di darle indicazioni sul suo territorio, ma ritengo davvero importante che lei dia spazio e valore al suo bisogno.
Resto a sua disposizione per darle indicazioni ulteriori, se le vorrà.
d.ssa Daniela Bonino