Beatrice  domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 05/01/2021

Verona

Sono in crisi per il mio futuro

Sono una ragazza di diciannove anni e mi ritrovo all'inizio del mio percorso universitario in completo panico. Ho iniziato l'università quest'anno e dopo tre mesi dall'inizio mi ritrovo a pensare praticamente ogni giorno su come sarà il mio futuro e a mettermi ansia da sola. Per farti capire meglio l'università per me è stata una cosa che ho intrapreso un po' improvvisando. Prima della pandemia e di diplomarmi la mia idea era quella di prendermi un anno di pausa per vivere un'esperienza all'estero (cosa che sogno da sempre) per imparare meglio l'inglese. Quando però, gli ultimi mesi di scuola la situazione non migliorava la mia famiglia mi ha messo difronte ad una scelta: università o lavorare ma qui in Italia. La seconda proposta la vedevo come una perdita di tempo: non mi sarebbe stato utile per migliorare l'inglese e avrebbe ritardato l'inizio dei miei studi. Sapevo già che avrei voluto iniziare l'università una volta concluso l'anno all'estero quindi dopo aver convinto i miei mi sono iscritta a beni culturali ( percorso che avevo già intenzione di intraprendere una volta tornata in Italia). Adesso però mi sento come demoralizzata, non ho voglia di studiare e a causa della situazione in cui siamo non mi è stato possibile fare amicizia, in più io sono anche una fuori sede quindi mi sentirei in colpa a lamentarmi con i miei genitori che stanno già facendo tanti sacrifici. Insomma, diciamo che non era proprio come me l'aspettavo, di certo la situazione non aiuta però pensavo che studiare ciò che mi appassiona da sempre mi sarebbe piaciuto e sarebbe stato gratificante ma adesso ogni volta che penso ad aprire un libro mi vengono in mente mille altre cose più interessanti da fare.

  3 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Marco Ponta Inserita il 05/01/2021 - 17:30

Napoli
|

Salve Beatrice,

come sta?
Sa, rileggendo la sua domanda mi arriva una forte confusione, che immagino sia ciò che lei può provare in questo periodo delicato per lei.
Sembra che porre questa domanda possa aver significato per lei fermarsi un attimo a riflettere su ciò che sta vivendo in questo periodo: le sue decisioni, le sue scelte, il suo presente e quindi il suo futuro. Forse, proprio in questo momento, potrebbe essere molto importante per lei ritagliarsi uno spazio suo, privato, protetto, in cui poter elaborare meglio ciò che attraverso queste poche righe emerge, ed in tal senso uno spazio di psicoterapia potrebbe essere prezioso per sentirci maggiormente orientati nel presente e quindi più sicuri rispetto al futuro,

mi contatti pure per maggiori info o ulteriori chiarimenti,
spero di esserle stato utile,

a presto,

Dott. Marco Ponta

Dott.ssa Francesca Cilento Inserita il 12/01/2021 - 13:41

Milano
|

Cara Beatrice,

la situazione che lei descrive mi sembra (e spero di non sbagliare) di essere nata da due fonti di incertezza: da un lato le decisioni che alla sua età si prendono sul proprio futuro e dall'altro la situazione attuale che rende anche la quotidianità incerta.

Questa instabilità può facilmente generare un senso di ansia che protratta nel tempo può rendere un pò apatici.

Forse può valere la pena cercare di capire quando siano cambiati i suoi interessi o il fatto che adesso non li possa perseguire come vuole li rende meno attraenti.

Non è una riflessione semplice per nessuno, si dia tempo e pensi se ha bisogno di un confronto.

In bocca al lupo
dott.ssa Francesca Cilento

Dott.ssa Sabrina Di Salvo Inserita il 17/01/2021 - 18:40

Padova
|

Salve Beatrice,
come leggo lei è all'inizio del percorso universitario, una fase in cui molto spesso succede di iniziare a capire veramente cosa si studia nel percorso scelto. Prima di cominciare l'università ci si può fare un'idea generale delle materie e dei contenuti, ma solo quando ci si trova a studiare a volte cresce o diminuisce l'interesse. Molte volte si cambia indirizzo proprio dopo il primo anno, poichè ciò che viene vissuto non era quello sperato. Inoltre, dato che sarebbe voluta andare all'estero per migliorare l'inglese, si trova adesso in una situazione diversa che come ha descritto lei è stata un pò improvvisata. Bisognerebbe capire meglio come sta vivendo questo periodo, per poter decidere se questa che ha intrapreso può essere la strada da perseguire o se è necessario per lei rivalutare i suoi progetti. Rimango a sua disposizione per ogni eventuale dubbio o chiarimento.
Dott.ssa Sabrina Di Salvo