Clio86  domande di Ansia e depressione  |  Inserita il 07/06/2018

Padova

Voglio ricominciare a vivere

Buongiorno a tutti.. il mio desiderio più grande in questo momento è tornare a vivere, ma non so da dove iniziare. Ho 32 anni e nel 2013 la mia vita si e’ trasformata: mio papa’ ha lasciato mia mamma dopo che per anni aveva instaurato una vita parallela con un altra donna,io ho lasciato il mio fidanzato dell’epoca. Nello stesso periodo ho lasciato l’università, periodo nel quale ho avuto modo di instaurare delle bellissime amicizie e mi sono ritrasferita a casa di mia mamma. Da qui inizia il mio calvario fatto di solitudine e dolore, inoltre dovevo anche “sopportare” la disperazione di mia mamma. Avendo fallito con l’università ho deciso di dedicarmi completamente al lavoro, dopo tanti lavoretti ho trovato un lavoro che mi piaceva ma che e’ terminato l’anno scorso. Nel frattempo nel 2016 conosco un uomo sposato ed inizio ad essere la sua amante, un uomo di cui sono certa i suoi sentimenti fossero reali e per me rappresentava tutto il mio mondo. Stare con quest’uomo era come stare sulle montagne russe, l’ho lasciato perché ho capito che questo rapporto mi stava stretto, ma comunque sia lo definirei il mio grande amore. Con quest’uomo di certo non riesco ad avere il dente avvelenato, continuo ancora a volergli molto bene e a volte vorrei risentirlo, ma evito di farlo perché non voglio ricadere nel tunnel.
Quest’anno è iniziato con un nuovo lavoro che non mi soddisfa del tutto, inoltre devo farmi la bellezza di 120km al giorno e l’azienda e’ in forte crisi è molto probabilmente chiuderà.
Voglio ricominciare a vivere perché lo voglio davvero e perché lo merito dopo tanta sofferenza.
Il punto e’ che non so’ da dove iniziare: la mia vita e’ fatta di lavoro e accompagnare mia mamma in giro che non e’ del tutto autonoma. Lavoro a contatto con le persone:ne ho conosciuto davvero tante ma non ho mai avuto modo di frequentarle anche se magari ci scambiavamo il numero. E’ dal 2013 che passo ogni sera a casa, non posso continuare ad andare avanti così, mi sento come un leone in gabbia.. Nel 2015 avevo conosciuto una ragazza con la quale avevo stretto amicizia: dal 2015 al 2017 ci saremo viste tre volte in tutto ed ho chiuso anche questo rapporto. Sono stanca di vivere i rapporti a metà, per me non ha alcun senso essere amiche e sentirsi esclusivamente per telefono.
Un altra cosa che vorrei con tutto il cuore sarebbe quella di avere una casa mia, di potermi trasferire in un altra città. Non ce la faccio più a vivere con mia madre, ma non posso trovare una sistemazione solo mia perché lavoro part time e non ce la farei a far fronte alle spese.
Voglio ricominciare ad uscire, conoscere gente nuova, voglio trovarmi un ragazzo. Se prima non mi pesavano queste cose ma anzi cercavo la solitudine, ora mi pesano. Il nocciolo della questione e’ che non so dove iniziare per riprendere a vivere, non ho nessuno ( e sottolineo nessuno) con cui poter uscire e dove faccio sport ho conosciuto un uomo che mi intriga e con il quale ci siamo scambiati il numero , ma non riesco a capire se gli piaccio o no. Purtroppo le mie occasioni di socialità sono davvero ridotte.
Aiutatemi a capire come posso muovermi o verso quale terapia devo approcciare

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Guido D'Acuti Inserita il 12/06/2018 - 09:24

Gentile Clio Buongiorno,
da quanto hai scritto l'impressione è che al momento stai vivendo un grande momento di "insoddisfazione" probabilmente legato alla tua storia passata, che ti sta facendo vivere in "solitudine" senza molti rapporti e con grande fatica a costruirli, per di più devi anche seguire la mamma in quanto poco autonoma. Lavorerei sulle tue emozioni di sofferenza, in modo da aiutarti a ritrovare un po di luce dentro questo momento e periodo di "grande nebbia". Mi piacerebbe lasciarti con una domanda sulla quale riflettere: "se dovessi peggiorare invece di migliorare la tua situazione cosa faresti o eviteresti di fare, oppure cosa penseresti o non penseresti per peggiorare la situazione?

Ti ringrazio dell'attenzione, per qualsiasi cosa contattami.

Guido