lella domande di Alimentazione  |  Inserita il 07/09/2014

Messina

Fame nervosa

Salve..è da xcirca un annetto che ho una specie di fame nervosa,mi capita molto spesso che dopo pranzato mangio un pacco intero di patatine anche se ho la pancia pienissima le mangio senza fermarmi , non riesco a controllare questa fame mangio molto fuori orario iniziando dal dolce finendo al salato..peso58kgpero rispetto l anno scorso sono 5 kg in piu ..cosa posso fare per correggere la mia alimentazione ?è più forte di me anche se non volessi poi lo faccio.

  6 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Annalisa Sammaciccio Inserita il 24/09/2014 - 11:29

Salve, la sua stessa definizione ci aiuta a gettare una ipotesi clinica del fatto che la sua fame abbia bisogno di essere presa in carico emotivamente, per poi poter capire come intervenire. Allo stato dei fatti e alla luce delle informazioni che abbiamo direi che qualsiasi indicazione per "correggere" la sua alimentazione potrebbe avere un effetto anche controproducente. Per prima cosa le consiglio di rivolgersi ad un professionista psicologo psicoterapeuta che possa aiutarla a trovare il senso degli aspetti emotivi che questa fame compensa. Poi da lì si potrà partire collaborando con un nutrizionista. Spero di esserle stata di aiuto. Cordiali saluti. Dott.ssa Annalisa Sammaciccio psicologa psicoterapeuta (Padova)

Dott.ssa Maria Giovanna Zocco Inserita il 04/10/2014 - 09:10

sarebbe importante capire se le sue difficoltà con il cibo, hanno una base ansiogena, nel senso che servono a sedare una certa ansietà, oppure si tratta di semplice piacere del cibo. Questo è importante per decidere il trattamento adeguato. Comunque nella maggioranza dei casi, anche se si tratta di problemi che si trascinano da anni possono essere risolti in breve tempo con dei protocolli specifici rientranti nella categoria delle tecniche brevi (non più di 15-20 sedute) da poter effettuare anche on-line.
cordiali saluti dott.ssa Maria Giovanna Zocco

Dott. Gianni D'Arcangelo Inserita il 03/10/2014 - 14:21

Correggere l'alimentazione vuol dire intervenire sul significato emotivo/affettivo della condotta alimentare. Dovrebbe approfondire gli aspetti psichici legati a questa modalità compulsiva di ingerire cibo.
Dott. Gianni D'Arcangelo

Dott.ssa MARIANTONIETTA PENNACCHIA Inserita il 28/09/2014 - 21:43

Buonasera Lella,
Rispetto a cio'che dice mi sento innanzitutto di dirle di rivolgersi ad un medico specialista in dietologia, e/o endocrinologia per vedere se ci possano essere delle cause mediche sottostanti. Poi una volta escluse eventuali cause mediche(per esempio problemi endocrini), e'importante in primis fare una valutazione psicologica circa la sua condizione e seguire un percorso psicoterapeutico che possa accompagnarla per esempio nel permetterle di contattare le sue emozioni,dargli un nome, esprimerle, comprendere verso chi o cosa sono dirette. Questo appunto e'solo un esempio, una possibilita'su quale strada intraprendere.
Nell augurarle di trovare la strada migliore, la saluto.
Pennacchia Mariantonietta

Dott. Artabano Febo Inserita il 24/09/2014 - 11:26

Cara Iella, la "fame nervosa " indica una " fame affettiva insaziabile " a causa di eventi del passato frustranti " non digeriti ". Pertanto ritengo che sia utile rivolgerti a uno Psicoterapeuta che utilizzi l'Ipnosi Terapia Vigile per " resettare " il tuo vissuto e a un Nutrizionista per instaurare una alimentazione regolare e consentirti di dimagrire. Ciao, resto a tua disposizione su Skipe. Dr. Febo Artabano, Nutrizionista, Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo, Ipnologo. www.feboartabano.eu

Dott. paolo zucconi Inserita il 24/09/2014 - 06:14

Fame "nervosa". Una precisa diagnosi è necessaria per lo meno per capirne le cause. Una valutazione psicologica di base per individuare il ruolo dell'ansia ci aiuterà a intervenire miratamente unitamente ad interventi personalizzati nutrizionali.
dr paolo zucconi sessuologo clinico e psicoterapeuta comportamentale a udine