Qualche riga per capire cos'è la sessuologia

Pubblicato il 7 settembre, 2019  / Sesso e Amore
Qualche riga per capire cos'è la sessuologia

Come ogni altro aspetto dell’esistenza, in una o più fasi di vita di lunghezza variabile anche la sessualità può essere oggetto di un disagio che influenza profondamente il benessere e la qualità di vita dell’individuo e della coppia.

Complici uno stile di vita stressante e disturbi correlati all’ansia ed al tono dell’umore sempre più diffusi, la percentuale di problematiche sessuali quali disfunzione erettile, eiaculazione precoce o calo del desiderio è in aumento. Nonostante ciò, persiste una difficoltà nel parlarne, spesso perfino con il partner, complici tabù socioculturali che resistono nel tempo: tale difficoltà contribuisce a cristallizzare il disturbo nel tempo, al punto che quando si trova il coraggio di parlarne e rivolgersi ad uno specialista, esso è ormai diventato una parte di sé, ci si convive, e la sua risoluzione è vista come un miraggio.

E’ invece possibile ritrovare il benessere sessuale e relazionale con l’aiuto di un esperto nel campo della sessuologia.

COS’E’ LA SESSUOLOGIA?

La sessuologia è un ambito di intervento multidisciplinare che, forte del contributo di scienze in continua evoluzione come la psicologia e la medicina, si occupa della sessualità in tutte le sue sfaccettature: fisiologica, relazionale, sociale, emotiva, culturale, familiare... Ogni manifestazione della sessualità, infatti, è il risultato di tutti questi fattori: dell’educazione ricevuta, dei concetti dominanti in una certa società e cultura, della possibilità di accedere liberamente ad informazioni ed assistenza sanitaria, della presenza o meno di coinvolgimento emotivo con il partner, delle dinamiche relazionali che si attivano all’interno della coppia, del momento storico di vita e molto altro.

In accordo con l’Organizzazione Mondiale della Sanità e la World Association for Sexual Health, scopo principale della sessuologia è promuovere il benessere e la salute sessuale tra tutti gli individui, rendendo accessibili l’educazione e l’assistenza sanitaria e fornendo agli individui, in contesti sia clinici che educativi, consapevolezza ed autonomia nelle scelte che riguardano i comportamenti sessuali e la salute sessuale e riproduttiva.

Non si tratta semplicemente di parole, ma di principi che devono guidare ogni professionista che si occupa di sessualità, in modo da mettere sempre al primo posto il benessere psicofisico dell’individuo e la sua libertà di scelta, e da tarare gli interventi clinici ed educativi sulla base delle necessità dell’individuo e del contesto.

DI COSA SI OCCUPA LA SESSUOLOGIA?

Gli esperti del settore, professionisti formati presso scuole riconosciute dalle federazioni nazionali ed internazionali, integrano un sapere multidisciplinare e lavorano in équipe per prendersi cura di individui e coppie a 360°, in un’ottica bio-psico-sociale che guarda non solo al sintomo, ma alla persona nella sua interezza ed alle implicazioni sociali, culturali e relazionali del disagio della sfera sessuale.

L’aiuto di un esperto di sessuologia è importante in caso di:

  • Disfunzione erettile (difficoltà a raggiungere o mantenere l’erezione, spesso accompagnata da ansia).

  • Eiaculazione precoce (raggiungimento dell’orgasmo ed eiaculazione prima di quanto desiderato, spesso accompagnata da ansia).

  • Vaginismo (impossibilità di penetrazione durante un rapporto sessuale o una visita ginecologica a causa di una forte contrazione dei muscoli attorno la zona genitale, accompagnati da paura del dolore. Spesso il partner ha la sensazione di trovarsi di fronte ad un “muro di carne”).

  • Dispareunia (dolore femminile della zona pelvica durante il rapporto sessuale).

  • Rapporti sessuali dolorosi nell’uomo e nella donna.

  • Calo del desiderio (può essere conseguente a stress, menopausa, momenti di crisi della coppia, problemi di natura emotiva, lavorativa o di altro tipo).

  • Disagio nella sfera sessuale legato ad interventi chirurgici o malattie (tumori, diabete, lesioni midollari, patologie neurologiche, assunzione di farmaci che possono causare, ad esempio, difficoltà erettili o eiaculatorie, calo del desiderio nell’uomo o nella donna ed altre problematiche).

  • Necessità di riorganizzare i propri comportamenti sessuali in seguito a cambiamenti della vita: gravidanza, menopausa, terza età, diagnosi di una malattia a trasmissione sessuale.

  • Difficoltà riproduttive.

  • Disagi legati all’identità di genere ed alla sfera emotiva e relazionale.

  • Necessità di strutturare un intervento di educazione sessuale.

Nonostante si tenda spesso a trascurare i disagi legati alla sfera sessuale, essi possono influenzare negativamente la qualità di vita e di relazione di coppia, generando difficoltà comunicative, rabbia, frustrazione, conflitti. Il risultato è un progressivo chiudersi nel mutismo, nelle accuse reciproche e nei sensi di colpa.

Avere un problema organico, psicologico ed emotivo legato alla sessualità non è invece una colpa, né una vergogna.

Il sesso non è un tabù, ma una fetta di vita molto importante, che merita di essere vissuta nel pieno benessere e, qualora ciò non sia possibile, di ricevere le giuste cure ed attenzioni. I professionisti della sessuologia non giudicano, bensì aprono le loro porte ad ogni tipo di difficoltà.