La scelta di cambiare vita

Pubblicato il 21 febbraio, 2018  / Crescita Personale
La scelta di cambiare vita

Capita molto spesso di osservare delle persone che vivono in condizioni di malessere e che pensano che la soluzione ai loro problemi possa essere quella di fare un cambiamento radicale nella propria vita, ad esempio cambiando lavoro, città, casa, ecc…. Ad esempio, una persona che si trova male nel contesto lavorativo a causa di conflitti con colleghi e superiori potrebbe ritenere che la cosa migliore da fare sia quella di cambiare azienda.

La scelta di lasciare determinati contesti e di cercarne di nuovi sembra essere non così rara in caso di difficoltà e problemi di vario tipo. Molte persone lo fanno e molte persone vorrebbero farlo, ma poi rinunciano per motivi economici e/o organizzativi. Il tentativo di “cambiare vita” di fronte ai problemi, però, non sempre è la strategia migliore, per una serie di motivi.

Innanzitutto in alcuni casi si rischia di non risolvere in modo definitivo il proprio problema perché non è da escludere che determinate circostanze spiacevoli possano ripresentarsi anche in altri contesti ed ambiti. Se cambi lavoro perché ti trovi male con i colleghi, chi ti assicura che questo non succederà anche in un altro lavoro? Se cambi casa perché non sopporti i tuoi vicini, chi ti dice che altrove la situazione sarà migliore? Se cambi città perché sei in uno stato di depressione, passività ed isolamento, hai la certezza che tutto questo malessere passerà quando ti ritroverai in una città diversa?

Questo ovviamente non significa che la scelta di cambiare vita sia sempre sbagliata e non efficace, ma deve essere adeguatamente ponderata. Alcuni elementi sui quali è importante iniziare a riflettere sono i seguenti:

  • Qual è la probabilità che i problemi che hai in questo momento possano risolversi cambiando vita? C’è, invece, la possibilità che rimangano o che si ripresentino dopo un po’ di tempo?
  • Hai provato a risolvere il problema nella situazione presente senza cambiare vita? Pensi che varrebbe la pena fare dei tentativi in questa direzione?
  • Se pensi che cambiare vita sia la cosa migliore da fare, hai riflettuto su quelli che potrebbero essere gli svantaggi di questa scelta? Solitamente ogni decisione ha dei vantaggi e degli svantaggi ed ogni cambiamento importante, anche il più positivo, è potenzialmente molto stressante. Hai riflettuto su questi aspetti e su come gestirli?

Decidere di cambiare vita quando si hanno dei problemi può essere rischioso anche perché in questi momenti, spesso, le persone si trovano in uno stato di grande confusione e questo le può portare a fare delle scelte troppo affrettate e completamente inopportune. Non è da escludere, quindi, la possibilità che ci si possa pentire in futuro della decisione presa e non sempre è così semplice tornare indietro.

Infine, abbandonare una situazione difficile molto spesso equivale ad una vera e propria fuga e quando si fugge costantemente si diventa gradualmente incapaci di affrontare le situazioni complesse e stressanti che nella vita si presenteranno sempre e che è importante saper gestire.

Ciò non significa che sia sempre sbagliato abbandonare determinate situazioni, ma è importante capire se l’abbandono deriva da una scelta consapevole o da una fuga che si potrebbe evitare. Un conto è abbandonare un contesto perché ci si è resi conto che non è quello che si vuole, un conto è abbandonarlo perché non si è in grado di gestirlo e di affrontarlo, pur volendolo.

Insomma, a volte può essere opportuno cambiare vita, altre volte, invece, è necessario cambiare se stessi per essere in grado di vivere al meglio la vita che si desidera.