La prima volta

C'è sempre una prima volta da affrontare e, spesso, questo provoca ansia

Pubblicato il 24 maggio, 2017  / Ansia e Depressione
La prima volta

No, non è un articolo sul sesso.

Più una riflessione sulle nostre "prime volte" in generale.

E' difficile ricordare tutte le prime volte (la prima pioggia, il primo pasto, il primo treno, il primo esame...) soprattutto quelle che risalgono ai primi anni della nostra vita o a quelle azioni che compiamo quotidianamente.

Eppure tutta la nostra esistenza è piena di prime volte. Successivamente queste prime volte diventano routine... oppure azioni che cerchiamo di evitare.

Cos'è che ci pone in uno stato di ansia e di massima attenzione, a volte, quando dobbiamo fare qualcosa di nuovo?! Siamo abituati alle "prime volte" eppure spesso le novità ci condizionano.

Facciamo un altro esempio. Una riflessione sui compleanni. Ogni volta che compiano gli anni iniziamo una susseguirsi di prime volte. La prima notte da 30enne. Il primo caffè da 30enne. Il primo giorno di lavoro da 30enne. La prima telefonata.... e così fino a quando l'entusiasmo dei festeggiamenti termina e si ritorna alla quotidianità.

Queste "prime volte" però non ci lasciamo in uno stato di stress acuto (nel caso dovremmo approfondire il perché...) probabilmente perché sono azioni che conosciamo e quindi farle per la prima volta con un'età differente, cioè modificando la variabile "tempo" non ci disturba. Come se ci dicessimo "l'ho fatto fino a ieri, posso farlo anche oggi".

A volte però non ci fermiamo mai a pensare che una reale prima volta è semplicemente "una" di una lunga serie (se ci piacerà) che negli anni diventerà magari anche un'azione automatica.

Il famoso "andare in bicicletta" una volta che l'hai imparato non lo dimentichi più...

Questa riflessione è uno spunto per le strategie da mettere in campo su come affrontare eventi che ci procurano ansia e tensione. A volte fino a provare una paura che ci blocca e ci procura stress e dolore emotivo.

Una riflessione accurata sulle motivazioni che conducono il nostro pensiero in questo senso, accompagnati da uno psicologo, è una soluzione da adottare il prima possibile. Prima che questi comportamenti, ragionamenti e percezioni si radichino nel nostro "sentire".

A volte un bel respiro non basta. Eppure anche per quello c'è stata una prima volta! E finché continua è vita.

Non sprechiamola.