articoli di psicologia del Dott. Andrea Maria Gambardella

risposte dello specialista Andrea Maria Gambardella

 3  risposte
  Vis. Profilo

Enorme paura di restare solo

Apri domanda

Buongiorno Signor Emilio, la capisco! Ci sono delle situazioni in cui per tutta la vita la paura di stare da solo la fa da padrona! Io in questo caso parlo sempre di bambini interni abbandonici non cresciuti, che ti "lavono totalmente il cervello", che la fanno da padrone dentro di lei, e che bisogna fare crescere per liberarsi del loro potere, in modo tale che lei possa vedere la vita tutta in un'altra prospettiva! Il mio lavoro è proprio fare svolgere al paziente che ha questi bambini immaturi e piccoli dentro di lui, un percorso di crescita che poi lo portano a stare bene e a vedere finalmente, dopo anni di buio, un mondo di luce (vada a vedere il mio sito che si intitola dal buio alla luce). Si può giungere anche dopo un lavoro su di sè online di 2 volte la settimana ad arrivare a raggiungere un mondo adulto, dove la parte bambina è cresciuta e il paziente sta bene, tutto qui. Io lavoro così, proponendo a tutte le persone che soffrono percorsi di crescita verso l'adultità. Auguri Dott. Gambardella...

Non so cosa provo

Apri domanda

Buongiorno. Se lei ha un'ottimo rapporto con sua madre allora potrebbe approfittare di questo fatto per parlargliene, anche perchè sennò se non gliene parla ogni volta che la vede le tornerà sempre fuori questo discorso da farle che in un certo senso mina l'attuale relazione di ora. Il problema sta nella fiducia che lei ha verso sua madre che adesso è in una fase delicata proprio perchè diciamo sua madre dicendole di NO e negando la storia l'ha un pò messa in discussione. Ed è forse per questo che è inquieta, proprio perchè non sa se potrà ancora in futuro fidarsi di sua madre. Se vuole tornare ad avere un buon rapporto con sua madre da adulta adulta deve raccontarle tutto nei dettagli, come ha fatto a sapere quello che sa e che messaggi ha letto, in modo tale che sua madre messa alle strette non può dirle di no ancora e in questo modo libera anche sua madre che secondo me ha bisogno di confidarsi con lei su questa storia perchè inevitabilmente il vostro rapporto è cambiato. E' l'unico modo il parlarle insieme per recuperare l'autentica relazione che aveva prima. Capisco che non sa come si sente, ma se non le dice niente, il problema rimane non risolto dentro di lei. Su coraggio, sua madre capirà, e lei capirà sua madre....

Entusiasmo, obiettivi, autosabotaggio? Vorrei capirmi con uno psicologo.

Apri domanda

Buongiorno. Io credo che sia importante capire cosa c'è che le fa vivere la vita con poco entusiasmo. Io lavoro secondo lì'orientamento psicoanalitico, e cioè cercando non tanto di lavorare sul sintomo, e cioè sulla scarsa motivazione, ma sulle cause che portano la persona ad essere poco motivata. Perchè lei non lo sa ma un motivo, una causa ci sarà sicuramente dentro di lei che la blocca, che le impedisce di fare scelte importanti, che le impedisce di essere determinato ed entusiasta nella vita. Lei ha dentro un freno dove tutto passa e tutto filtra. Io sono solito nel mio lavoro di parlare di bambini interni nascosti che hanno una loro ben precisa motivazione e frenano la parte grande dall'essere vitale. Bisogna con calma allora andare a prenderli per mano e farli parlare, per farli crescere, per capire cosa vogliono da lei e perchè le tolgono entusiamo. Credo inoltre che lei potrebbe creare comunque delle cose belle, magari anche nell'ambito musicale, insieme con un lavoro inerente agli studi che ha fatto, le due cose non sono secondo me incompatibili. Ma bisogna sapere cosa c'è che adesso la frena e che le impedisce di avere tutta questa energia, bisogna scoprire la sua parte nascosta perchè le sta mettendo un freno, un motivo ci deve essere sicuramente, e lei mi sembra pronto ad affrontarlo. Quindi coraggio, inizi questo percorso di crescita e di introspezione dentro di lei, glielo consiglio! Quando dice che stare delle ore a parlare vuole dire che è motivato, che è pronto per fare un lavoro su se stesso, ma per farlo ha bisogno di essere aiutato da uno psicologo, da solo è molto difficile, se non impossibile. Un percorso alla ricerca di se stesso, del vero se stesso che è dentro di lei!...