Malica  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 14/05/2018

Roma

Paura immotivata?

Premetto che sto col mio ragazzo da circa un anno e mezzo ed in tutto questo tempo lui si é sempre comportato correttamente con me, mostrandomi il massimo rispetto. Tuttavia, ci sono alcuni pensieri che mi ronzano in testa ... pensieri dovuti principalmente al fatto che in passato é stato quel che si definisce un “donnaiolo”, e cioè ha avuto talmente tante ragazze da non volere neppure mai dirmi il numero esatto. Ecco, io non riesco proprio a comprendere come una persona così amorevole e fedele, la quale dice di non volere più nessuna altra al mondo e di volermi addirittura sposare e creare una famiglia insieme, possa avere avuto così tante relazioni passate passeggere e superficiali. Secondo me, un ragazzo che ha come valore quello della famiglia e della relazione “stabile”, difficilmente può imboccare la via che ha percorso lui in passato... o sbaglio? Esiste il cambiamento? Che si sia davvero, finalmente, innamorato ed abbia messo la testa apposto?
La mia paura più grande, però rimane... temo che, trascorso il tempo dell’innamoramento, possa tornare ad essere il ragazzo di prima ...

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 15/05/2018 - 09:58

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buongiorno Malica,
comprendo la sua preoccupazione, ma consideri che ogni persona ha risorse inaspettate ed insospettabili e può maturare decisioni totalmente opposte a ciò che ha fatto in precendenza.
Detto ciò, non avendo altre info a disposizione, come ad esempio la vostra età, come è nata la relazione ecc, posso consigliarle di prendere tempo per valutare la situazione anche in considerazione che la vostra relazione affettiva è relativamente giovane in termini di tempo.
Inoltre, ha condiviso queste sue titubanze con il suo fidanzato? Le è già capitato in passato di intraprendere relazioni con uomini "donnaioli"? come mai ha scelto lui nonostante queste sue caratterisitiche che le inducono timori?
Considerata la sua frase finale relativa all'innamoramento, immagino che la sua idea di fedeltà sia legata essenzialmente all'euforia iniziale indotta dall'innamoramento. La fedeltà e la fiducia in un'altra persona si costruisce invece, col tempo, quando la relazione si modifica attraversando gli stadi successivi a quelli dell'innamoramento nei quali predominano altre caratteristiche personali dei partner che contribuiscono a cementare la relazione sulla base di affetto e reciprocità.
Quindi, considerando la complessità nell'evoluzione di una relazione affettiva, è utile per lei viverla e stabilire un contatto affettivo profondo con lui che le consenta di percepire eventuali discrepanze o contraddizioni ed affrontarle insieme.
Un caro saluto
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma)