Giulia  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 24/04/2018

Agrigento

Il mio ragazzo non ha piacere a stare molto tempo con me

Salve, vi scrivo perché sono abbastanza stanca di questa situazione. Sto da due anni con un ragazzo, frequentiamo l'università e viviamo ancora in casa dei genitori. Il problema è che abbiamo due concetti diversi di tempo soddisfacente per stare insieme, a lui va bene vederci due volte a settimana una mezz'oretta e io ho piacere a passarci molto più tempo. In particolare abbiamo discusso perché lui dice si accontenta di stare con me una sera intera, anche io ovviamente mi accontento, ma ho più piacere se riusciamo a passare insieme anche il pomeriggio (soprattutto perché ci vediamo molto poco durante la settimana). A lui sembra non faccia ne caldo ne freddo stare più tempo insieme, si accontenta, gli basta poco. Credo di aver capito che per lui l'importante sia vederci, per quanto tempo non fa la differenza, ma per me è molto sgradevole questa situazione perché sento già il desiderio di una convivenza (al momento non possibile perché dobbiamo finire l'università) ma con una persona così mi chiedo, sarà mai possibile? È "normale" che lui si accontenti di stare poco con me senza sentire il desiderio di starci ulteriormente? Ho pensato che una spiegazione a questo differente modo di vivere sia questo: lui è cresciuto senza padre e la madre non si è mai riaccompagnata, può darsi che questo esempio tra le mura di casa lo abbia condizionato? Io sono cresciuta in due case, con genitori separati entrambi riaccompagnati, dove c'è sempre stato molto amore e desiderio di stare insieme, il contesto è molto diverso. Come posso provare a trovare un equilibrio che renda possibile stare bene ad entrambi?
Vi ringrazio per la disponibilità

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 24/04/2018 - 11:12

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buon giorno Giulia,
comprendo la sua difficoltà, ma ha provato a chiedere esplicitamente ciò al suo ragazzo? un confronto ampio e sereno sulla questione potrebbe svelarle meccanismi e punti di vista assunti da lui che al momento non conosce.
Che tipo di persona è il suo fidanzato? é affettuoso quando vi vedete? forse è molto concentrato sull'università e teme di distrarsi concedendosi troppo tempo con lei?
In ogni caso, è opportuno che manifesti le sue titubanze in modo che possiate concordare modalità relazionali soddisfacenti per entrambi.
Un caro saluto
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma)

Dott.ssa Studio Itaca  Inserita il 24/04/2018 - 10:47

Gentile Giulia,
comprendiamo la sua necessità di riflettere su una relazione che non la soddisfa pienamente. Lo stare in coppia prevede infatti dei momenti di rinegoziazione che sono utili a "fare il punto della situazione". Come le persone, anche le coppie cambiano e modificano i loro bisogni e le loro esigenze nel tempo, è per questo necessario prendersi uno spazio per confrontarsi e decidere insieme quale direzione dare alla relazione. E' normale avere un'idea di coppia differente,
su ciò che lo stare in coppia può richiedere, perciò non esiste un punto di vista giusto o sbagliato a priori. Sicuramente i modelli dai quali proveniamo influiscono sulla nostra idea di coppia quello che però è fondamentale è cercare di individuare una strada che possa soddisfare i bisogni di entrambi, per far questo è necessario riuscire a trovare dei compromessi. E' importante tuttavia essere consapevoli che, a volte, non si riesce a raggiungere il compromesso desiderato, non perché non ci si voglia bene, ma semplicemente perché i bisogni individuali di ciascuno dei due partner non possono essere soddisfatti all'interno di quella relazione in quel momento di vita.
Restiamo a disposizione.
Studio Itaca