Vale  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 08/04/2018

Agrigento

Gelosia retroattiva o cosa?

Salve, sono una ragazza di 29 anni, appena lasciata dal fidanzato dopo 10 mesi di relazione per il mio comportamento. In generale, riconosco che ultimamente sono intollerante a tutto e a tutti, soprattutto familiari e amici e riconosco che molta della mia rabbia io l'abbia scaricata sul mio ormai ex ragazzo. Ciò che più ha scatenato la mia ira nei suoi confronti è stata senz'altro la sua ultima ex fidanzata(con la quale gli ultimi contatti sono avvenuti 4 mesi prima di conoscere me e dopo la quale ha avuto una relazione non seria di 3 mesi), di cui tutti hanno parlato come di un grande amore e per cui lui è stato molto male, che fra l'altro io conosco e per quanto mi riguarda reputo brutta esteticamente e mediocre nella vita, ma che ha senz'altro più di me autostima, anni e soldi. Non mi sono mai spiegata come lui l'abbia potuta amare e non ho mai accettato che la nominasse durante la nostra relazione. All'inizio ho cercato un dialogo con lui per capire se ci fosse ancora qualche strascico per lei, che fosse rabbia, rancore o sentimento (visto che è stato lasciato), ma vedendo che stranegava assolutamente un qualche tipo di sentimento, accusando me di poca fiducia in lui e in me stessa e di essere complessata, ho vissuto una fase in cui ho represso tutto ciò che non mi andava a genio e tutti i miei dubbi, dando a me la colpa di questa gelosia e poi una fase di aggressione in cui ogni volta in cui si riferiva a lei anche solo indirettamente o nominando gente che aveva a che fare con lei, ho iniziato ad aggredirlo e accusarlo fino a minacciarlo che lo avrei lasciato se l'avesse ancora nominata (non l'ho mai fatto, visto che mi ha lasciata lui). Mi dava fastidio che gli dessero fastidio i suoi amici o i suoi parenti (di lei), ho sofferto molto nel vedere che questa persona destasse in lui rabbia, rancore o non so cosa e adesso sono stata lasciata per averlo stressato troppo e per non aver mai capito il suo amore per me, non averlo mai apprezzato nè preso tutto ció che di positivo aveva da darmi. Beh, io non so che dire, anche in passato ho sofferto di gelosia retroattiva e quindi riconosco di avere qualche problema, ma ancora adesso io credo davvero che lui abbia strascichi per la sua ex e davvero come dice lui non riconosco ció che lui ha fatto per me, nè riesco a vedere il suo amore per me. Credo in generale di avere dei problemi nel relazionarmi e più persone mi dicono che rispondo male e sono troppo aggressiva, probabilmente hanno tutti ragione. Adesso vivo una fase di sofferenza, in cui lui mi manca e di vergogna per come ho condotto la relazione. In più sono stanca perchè a 29 anni mi ritrovo con un curriculum di 3 storie serie andate malissimo e frequentazioni mai portate avanti per paura di essere lasciata o perchè non credevo potessero avere un futuro e in cui l'elemento in comune è certamente la mia gelosia, soprattutto retroattiva. Sono nelle vostre mani. Grazie in anticipo per il supporto.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Alessia Bongianino Inserita il 12/04/2018 - 09:32

Milano - Porta Venezia, Buenos Aires
|

Buongiorno Vale,
Sembra che lei provi molta rabbia, non solo nei confronti del suo ex ragazzo con questa gelosia che lei definisce retroattiva, ma anche nei confronti degli altri. Che cosa la scatena e come mai l'avverte? Sembra che lei faccia molta fatica a fidarsi ed affidarsi agli altri e questo potrebbe renderla molto sospettosa rendendole difficile avvicinarsi e farsi avvicinare. Sembra anche che in lei ci sia una fondamentale pessimismo in cui teme che gli altri possano lasciarla e non crede di avere un futuro. La gelosia retroattiva di cui parla, sembra scatenata da un senso d'insicurezza per cui teme che gli altri possano preferire il passato anziché la relazione con lei. Questo potrebbe portarla a far fatica ad accettare e vedere che gli altri tengono a lei e, come nel caso del suo ex, provino sentimenti d'amore per lei. Credo possa essere importante per lei capire le ragioni che stanno dietro a queste paure, gelosia e sentimenti di rabbia. Le consiglio di provare ad intraprendere un percorso con uno psicologo che possa aiutarla a aumentare il suo senso di fiducia sia negli altri che in se stessa.
Rimango a disposizione per qualsiasi dubbio o bisogno di chiarimenti.
Dott.ssa Alessia Bongianino (Milano)