Roberta domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 24/04/2017

Pisa

C'è qualche speranza di riconciliazione?

Salve, ho 30 anni e da pochi giorni il mio fidanzato di 38 mi ha lasciata. Da un po' di tempo ero insoddisfatta del nostro rapporto, presa da mille pensieri tra cui il fatto che lui fosse sterile. Avrei avuto bisogno di una pausa per riflettere su ciò che volevo dalla vita invece ho ignorato le mie preoccupazioni sfogando tutto il mio malumore su di lui. Alla fine, esasperato dai continui litigi e continue lamentele da parte mia ha deciso di voler stare solo. Sono stati vani tutti i tentativi di fargli cambiare idea. Il nostro era un amore davvero profondo nonostante avessimo due caratteri abbastanza forti e ci fossero spesso contrasti. In questi giorni ho potuto riflettere bene e sono arrivata alla conclusione che davvero lo amo e meritava il meglio di me non il peggio, so che potrei migliorare certi aspetti del mio carattere, non solo per lui. Lui però purtroppo ora non se la sente di continuare, sente di voler stare solo e non sa se mi ama più. Proverò a lasciarlo stare ma è davvero dura, c'è qualche speranza di riconciliazione?

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Emanuela Mezzani Inserita il 24/04/2017 - 13:24

Cara Roberta,
nessuno può dire cosa ci riserva il futuro, e perciò anche una riconciliazione è possibile. Ma serve un allenamento particolare per superare i dolori che la vita riserva, come quello che sta vivendo lei. Essere forti significa anche conoscerci, e non temere di cambiare perché è indubbio che se la vostra storia dovesse ricominciare sarà una storia diversa, cambierà inevitabilmente il rapporto con il fidanzato. Potrebbe vivere questo allontanamento per fare luce non solo sui sentimenti verso questa persona, ma anche su emozioni, paure e pensieri verso se stessa, la sua identità, per non confonderli tra loro, e per fare ciò ha bisogno di tempo e coraggio.
saluti