Angie domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 27/03/2017

Cremona

Si può amare senza sentire le famose farfalle?

Gentili Dottori, sono una ragazza di 25 anni che da 2 mesi e mezzo frequenta un ragazzo 27enne.
Tra i 16 e i 21 anni ho avuto solo 3 "relazioni" con ragazzi di 1/2 anni in meno di me, durate tutte meno di un anno ma in cui c'erano sentimenti da entrambe le parti e dove dopo un paio di mesi sentivo le famose "farfalle allo stomaco", brividi, ansia prima di vederli ecc... e sentire crescere forte questo sentimento ogni giorno che passava.
Con questo ragazzo, purtroppo no e non me lo so spiegare! Con lui sto bene, il tempo vola incredibilmente in sua compagnia, cerco di renderlo felice sempre anche con cose semplici, mi piace coccolarlo, fargli regali ogni tanto, con lui fin da subito c'è stata complicità, la sensazione di conoscerlo da una vita, lo sento amico, fidanzato, complice e amante! Per quanto io possa essere diffidente, di lui inspiegabilmente mi sono fidata quasi subito e quasi subito; per quanto presto possa essere, ho avuto la sensazione che sia l'uomo della mia vita, con lui immagino il mio futuro, con lui vorrei andare ad abitare il prima possibile, con lui creare famiglia; insomma fare tutto.
Lui in tutti questi anni, però, non ha mai avuto una relazione seria; sempre e solo relazioni superficiali per divertimento. Non ha mai sentito le farfalle nello stomaco, non ha mai voluto impegnarsi; forse perché evidentemente non c'è nemmeno mai stata una ragazza che volesse qualcosa di serio... insomma, non ha mai provato tutto ciò finché non mi ha conosciuta! Per il futuro la pensa tale e quale a me, diciamo che andiamo di pari passo su tutto ma di sentimento, per via che non sento i brividi e le farfalle che lui mi dice di sentire, io mi sento un passo indietro. Come se fossi in difetto, mi faccio le paranoie chiedendomi mille cose tipo che io non sono innamorata e di conseguenza "si può amare senza essere innamorati?" - "Mi sto incosciamente accontentando?" (Di quest'ultima ne dubito fortemente, però!)
Ci sono le volte che vorrei dirgli che lo amo da quanto questa parola mi gira per la testa e me la sento esplodere da dentro. Altre volte non sento il forte desiderio di fare l' amore come lo sente lui, che lo farebbe più volte, ogni giorno!!!
Quindi sono confusa e non so come spiegarmi tutto ciò, di conseguenza facendo del male anche a lui che sa e percepisce il mio disagio con me stessa!

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Roberta de Sio Cesari Inserita il 27/03/2017 - 18:33

Buonasera Angie
mi sembra di intuire che la sua domanda rivolta ad esperti sia: è possibile che amo senza sentire le farfalle nello stomaco?
Cara Angie come potrà immaginare non ci sono delle risposte universali a domande del genere e quindi niente risposta purtroppo. Però qualcosa di utile penso che possa dirla. Si è mai chiesta piuttosto a cosa le serve farsi queste domande? Cosa la spinge a spostare la sua attenzione su questi interrogativi?
Nel breve spazio di questa risposta spero di esserle di aiuto.
Buone riflessioni, ma sui punti più utili però...
Saluti
Dott.ssa Roberta de Sio Cesari. Psicologa e Psicoterapeuta Napoli