Melinda domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 22/01/2017

Ravenna

Non esisto?

Buonasera, sarà difficile ma cercherò di spiegare la mia situazione. Io ed il mio compagno stiamo insieme da 13 anni.
Abbiamo 2 bimbe piccole. Ci amiamo e ce lo diciamo, andiamo d'accordo, ci divertiamo insieme, siamo complici etc etc. Però tra di noi non c'è passione. Passano anche mesi senza fare l'amore. E quando si fa le solite 2 posizioni e via. A parte qualche volta, la situazione è sempre stata questa anche quando le bimbe non c'erano ancora, ma adesso è molto peggiorata.
Sono sempre io quella che puntualmente dopo un po' di tempo si invazxa, si lamenta e lui mi da il "contentino". Non ha un amante, sicuro. Ci siamo messi insieme da giovanissimi e penso di essere stata la prima e l'unica per lui.
Non mancano baci e abbracci.
Qualcuno mi spiega cos'è?

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Emanuela Mezzani Inserita il 23/01/2017 - 13:40

Buonasera Melinda,
spiegare cosa vi sta succedendo non è cosa facile. Mancano elementi, informazioni e molto altro, e generalizzare sul tema è sempre rischioso. Le posso solo elencare alcuni punti che nella sua lettera mi hanno fatto riflettere: "stiamo bene insieme, siamo complici ma non c'è passione"; "la situazione è sempre stata questa, ma adesso è peggiorata".
Una possibile ipotesi ( da non prendere mai per unica possibilità, mi raccomando, è una di tante) è che non sia mai stato un amore con tanta passione, e che se è vero che l'amore vero viene dopo la fase della passione, è altrettanto importante che il desiderio di fare l'amore venga continuamente alimentato, e non solo da una delle parti (in questo caso lei).
Lei probabilmente ha fatto negli anni questa parte, ha interpretato questo ruolo al quale il marito si è felicemente adattato. Ma dire che manca la passione o il desiderio sessuale, anche se state bene insieme, significa anche dire che è venuta a mancare intimità comunicativa ad un altro livello. La passione va coltivata anche "nella propria testa". Il desiderio non va d'accordo con la routine e l'abitudine, ma si alimenta di sorprese ed imprevisti. La complicità, l'amore che vi dichiarate, vi rende anche sicuri l'uno dell'altro, e forse meno propensi ai giochi che potrebbero stimolare il desiderio. Paradossalmente essere così sicuri l'uno dell'altro potrebbe penalizzare il desiderio. La nostra mente deve riuscire a costruire quella parte di mistero e suspence di cui la passione ha bisogno, ogni mezzo va bene, e l'immaginazione la fa da padrona. Ovviamente è un lavoro che include entrambi le parti, e parlarne insieme è un buon punto di partenza. Una terapia di coppia di tipo sessuale consigliata.
Scusi se non è stato possibile un intervento più profondo e saluti.