Ilaria domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 04/12/2016

Chieti

Sono preoccupata della mia gelosia

Espongo brevemente il problema. Da un po' di tempo a questo parte, la mia gelosia nei confronti di diversi uomini (di cui sono stata interessata o innamorata) è diventata un po' ossessiva e crea dei problemi sia nella relazione che a me stessa. A volte arrivo a piangere, pensando che io non sia l'unica per quella specifica persona. Sono cosciente che la gelosia provenga spesso dall'atto di demonizzare dei comportamenti che non accettiamo, o nel mio caso sia piuttosto un sintomo di insicurezza e paura. Paura di non essere all'altezza di qualcuno o di non essere abbastanza, paura che l'uomo che dice di amarmi/essere interessato possa preferire un'altra donna a me. Se mi rendo conto, allora, che la gelosia è un "sentimento" che non dovrebbe riguardare l'amore (che io stessa considero universale e possibile per diverse persone contemporaneamente), perchè la mia testa non riesce ad accettarlo? Come posso accettare ciò che credo sia giusto, ma che non riesco a mettere in pratica?

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Giuseppe Del Signore Inserita il 06/12/2016 - 00:04

Viterbo
|

Gentile Ilaria,

una certa quota di gelosia fa parte di qualsiasi relazione affettiva, diventa eccessiva nella misura in cui non permette alla persona di vivere serenamente il rapporto di coppia.
L'eccessiva gelosia in genere mette la persona interessata in una condizione di "svantaggio" all'interno delrapporto, perché si richiedono continue conferme al partner, conferme che non sono mai abbastanza proprio come le rassicurazioni, nell'illusione di riuscire a colmare il proprio senso di insicurezza.
Tenga presente che la sola consapevolezza che i suoi atteggiamenti sono eccessivi non basta, perché bisognerebbe lavorare e riuscire a colmare le sue insicurezze emotive/relazionali e la disistima che lei continua a nutrire verso sé stessa.
Tutto questo può essere affrontato all'interno di un percorso psicologico.

Cordiali saluti,
Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo, Psicoterapeuta
Specialista in Psicoterapia Psicodinamica

Dott.ssa Cristina Giacomelli Inserita il 05/12/2016 - 08:44

Gentile Ilaria
lei ha compreso che dietro il suo comportamento ci sono motivazioni profonde, dinamiche inconsce e antiche che però non sono modificabili solo prendendone atto razionalmente. Non è la sua testa che non riesce ad accettarlo, anzi la sua testa ha capito; è la sua mente (intesa come anima, inconscio) che deve accettarlo profondamente e cambiare posizione. Questo, tuttavia, non è un lavoro che si può fare schioccando le dita, perchè bisogna agire su tutti i meccanismi di difesa che lei ha eretto e fortificato nella sua vita.
Solo una psicoterapia (psicodinamica) può portarla ad un cambiamento vero e profondo.
Rimango a disposizione
Cordialmente

D.ssa Cristina Giacomelli
Lanciano (CH) - Pescara