Sara domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 20/05/2016

Milano

Può avermi mentito sul fatto di frequentare un'altra per paura?

Salve, circa un mese fa ho conosciuto un ragazzo in un locale, c'è stato un forte scambio di sguardi e mi ha contattata attraverso un social network per poter uscire. Mi ha mandato diversi messaggi di seguito, cosa che mi ha un po' stupita. Sono rimasta abbastanza fredda e ho accettato l'invito per la settimana successiva.
Ci siamo visti per un paio di caffè poi è dovuto partire per dieci giorni per lavoro. Avevo perso le speranze, quando ha dimostrato di voler mantenere un contatto con continui messaggi, contenenti anche foto relative a quello che faceva e con alcuni riferimenti a cose che mi piacciono. Prima di partire mi ha anche scritto che non vedeva l'ora di rivedermi, ma quando è rientrato, non si è fatto vivo lui, sono stata io a scrivergli. Poi ha ripreso a scrivermi e ha iniziato ad invitarmi a bere dei caffè. Mi ha proposto anche un pranzo per il giorno successivo, ma non ne ha più parlato e mi ha proposto un altro caffè. Ha sempre dimostrato di essere attento a quello che mi interessava, a fare un sacco di domande, a volermi veramente conoscere. Ho anche avuto l'impressione che fosse veramente interessato. Un giorno però, ci dovevamo vedere e quando è arrivato ho avuto la sensazione che fosse uno stupido e che non gliene fregasse, che si volesse dare delle arie, ma io ero veramente di cattivo umore quel giorno. Sono andata in panico e non riuscivo più a parlare. Lui ha cercato in tutti i modi di recuperare, di essere carino, di avvicinarsi a me, di mettermi a mio agio, ma ormai tutto non funzionava. Gli ho poi scritto con delle scuse e mi ha scritto che ci saremmo visti presto che sarebbe tornato il lunedì. Nel frattempo, io ero un po' spaventata e non capivo le sue intenzioni, allora ho iniziato ad essere un po' sdolcinata e nonostante avesse condiviso foto della sua giornata con l'amico e della serata con gli amici, mi ha scritto un messaggio agghiacciante. Mi ha detto che mi trovava molto dolce, ma che sperava di non avermi dato l'impressione sbagliata, che mi trovava sexy, ma che sta vedendo un'altra, che gli piace veramente vederci, ma che che è solo vederci. Ho risposto "si, ok". Poi è scomparso un paio di giorni e mi sono fatta viva io dicendo che era stato un piacere conoscerlo meglio. Mi ha chiesto se volevo ancora uscire per un caffè e io ho detto ok. Ma il giorno dopo non si è fatto vivo e ho proposto io.
Può aver detto che sta vedendo un'altra per paura? perchè ho fatto troppo l'appiccicosa? Mi sembrava molto preso e mi guardava con occhi innamorati. Sono molto confusa e ora temo di averlo perso. Mi interessa molto come persona e vorrei poter approfondire la nostra conoscenza.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Laura De Martino Inserita il 20/05/2016 - 18:39

Napoli
|

Cara Sara,
purtroppo non è facile capire i reali sentimenti e intenzioni di una persona, si finisce con il fare mera "dietrologia" per poi probabilmente essere fuori strada. Nulla può essere realmente utile come il chiedere all'altro una maggiore chiarezza e, almeno da quello che scrivi, lui non sembra esserlo stato. Cosa vuol dire "mi sto vedendo con un'altra ed era giusto per vederci"? A volta mi sembra che per paura di essere "appiccicose" e nel tentativo di essere "orgogliose" ci facciamo trattare proprio male, accettando la qualunque che ci viene detta. Credo che occorre chiedere definizione, chiarezza alle persone ed è anche in questo modo che è possibile "pesarle" e capire se ne vale la pena. Che ne pensa?

Un caro saluto,
Dr.ssa Laura De Martino
Psicologa clinica, Psicoterapeuta sistemico-relazionale
Napoli