Mia domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 14/03/2016

Roma

Confusa

Salve, ho 36 anni e sono sposata da 12 anni. Con mio marito ci sn state molte inconprensioni, tanto che l ho lasciato 2 volte...poi x il bene di mia figlia sn ritornata cn lui. Io ne sn certa che non amo più mio marito, gli voglio solo tanto bene. Da un anno lavoro, il mio capo un uomo di 54 anni, ha iniziato a farmi i complimenti, a dedicarmi attenzioni tanto che circa due settimane fa, cedo alle sue avances. Io lavoro cn lui solo due volte alla settimana. Sto bene cn lui, ma è un po strano il nostro rapporto, non riesco a capire se lui sta cn me solo x sesso. Lui mi dice che al di fuori del letto...vuole anche poter uscire cn me, dobbiamo trovare solo l'occasione. Ogni tanto mi chiama, parliamo di tante cose, del suo lavoro del suo matrimonio fallito, dei figli, di tutto. Però mi ha detto anche che non devo innamorarmi di lui altrimenti divento gelosa e possessiva e a lui nn piace e poi mi ha detto che in questo rapporto dobbiamo sentirci liberi senza costrizioni. Non so se lo fa perche la sua ex moglie gli ha rovinato la vita cn le sue manie e ossessioni e non vuole piu una donna cosi, oppure vuole solo divertirsi un po. Sono molto confusa...io non credo di essere già innamorata, però mi piace tanto e lo penso sempre. Vorrei un consiglio su come comportarmi. Grazie

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Alessia Signorelli Inserita il 15/03/2016 - 15:55

Buongiorno Mia, traspare tanta confusione e ambivalenza nelle sue parole. Ci sarebbe da fare un po' di ordine e di chiarezza, rispetto alla storia con suo marito, ancora prima che con questo uomo, che le ha detto esplicitamente, da quanto scrive, che vuole frequentarla ma senza impegno. Mi colpiscono inoltre le parole "per il bene di mia figlia sono tornata con mio marito": i bambini di figli separati possono essere felici lo stesso, l'importante è che la separazione sia ben gestita, che sia vissuta non in un clima di conflittualità e che i figli non vengano triangolati nel rapporto di coppia. Si smette di essere coppia ma non di essere genitori. Io la invito a fare chiarezza dentro di sè, nel caso anche con l'aiuto di un terapeuta individuale o di coppia: se lo merita, ha ancora tanta strada davanti, considerata la sua età.
Un caro saluto, Dott.ssa Signorelli Alessia
Psicoterapeuta Milano www.alessiasignorelli.com