anto domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 15/02/2016

Torino

I tic del mio fidanzato

Buon giorno, vi spiego in breve cio che provo in questi giorni. Da due anni sto con un ragazzo meraviglioso, una persona intelligente simpatica e tutto cio che ci può essere di bello in una persona ma ce un ma.... i suoi tic.
gli ho notati un annetto fa quando lui me ne parlò e sono davvero tanti anche se impercettibili, occhiolino, collo spalle sembra perennemente in tensione ed è tutto rigido, sembra sempre sull attenti non so spiegarlo.
ultimamente però anche se lo amo con tuttoil cuore non sopporto più i suoi tic non riesco a stare seduta accanto a lui perché è un continuo muoversi e non so come dirlo o come aiutarlo. ho letto che si prendono dei farmaci ma io nn voglio che arrivi a quello.... sto pensando seriamente di lasciare tutto non mi sento più serena.. aiutatemi voi a comprendere questo mondo, lui e non so se sono immatura a non sopportare più questo lato di lui permettendo ai suoi tic di oscurare tutto il bello che ha. lo so non ha passato un infanzia felice ( i suoi tic li ha da quando era picccolo ed erano molto più vistosi adesso ne ha 25) ha perso il padre a 11 anni e con la madre il rapporto non è proprio idilliaco tende a tenersi tutti dentro, non so questo può influire?

  3 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Giorgia Fantinuoli Inserita il 16/02/2016 - 14:45

Gentile Anto,
la situazione al momento sembrerebbe molto carica di tensione. Per evitare che “scoppi”, come una pentola a pressione, (lei suggeriva un “lasciare tutto”) le suggerirei di provare a sbloccarla, per prima cosa parlandone con onestà al suo ragazzo, cioè esprimendogli i suoi sentimenti e la sua preoccupazione /demoralizzazione. Condividere il problema, che riguarda il suo ragazzo in primis ma poi di riflesso la vostra relazione, la farà sentire innanzitutto meno sola e spaventata e le permetterà di pensare insieme a lui una qualche strada da prendere, per esempio il rivolgersi a uno specialista che si occupi del suo tipo di disturbo.
Dott.ssa Giorgia Fantinuoli

Dott.ssa Maria Rosaria Tamborrino Inserita il 15/02/2016 - 22:41

Cara Anto,
non è affatto semplice stare accanto ad una persona che manifesta numerosi tic e può accadere di avere dei momenti di sconforto. Questo non vuol dire però essere "immatura".
Sono diverse le cause alla base dell'insorgenza e del mantenimento di questo disturbo. Ci sono anche trattamenti efficaci per affrontarlo. Pertanto, credo che per il suo ragazzo potrebbe essere utile un consulto con uno specialista della vostra zona che lo aiuti ad affrontare il problema, supposto che lui voglia procedere in tal senso.

Restando a disposizione per ulteriori informazioni, le porgo

Cordiali saluti,
Dott.ssa Maria Rosaria Tamborrino
Psicologa/Psicoterapeuta cognitivo-comportamentale

Dott.ssa Christina Marchetto Inserita il 16/02/2016 - 13:33

Gentile Anto,
i tic vengono accentuati nei periodi di maggior stress, e quando desideriamo avere il controllo della nostra vita e il nostro corpo manifesta che questo non è possibile!
Penso che la storia personale del suo ragazzo possa sicuramente influire nella misura in cui ci sarà qualche "sospeso" emotivo che lui dovrà andare ad elaborare, prima o poi, per affrontare serenamente la sua vita e il suo rapporto con i tic.
a disposizione, anche in video consulenza,
Dott.ssa Marchetto Christina
www.christinamarchetto.it