TheTamy86 domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 04/01/2016

Esaurimento, alcol e psicofarmaci

Salve, sono una ragazza di 29 anni da 5 fidanzata ad un ragazzo della stessa età. La mia domanda riguarda lui, due anni fa ha avuto un esaurimento nervoso e da allora continua a prendere farmaci (xanax) e antidepressivi, nell'ultimo anno inoltre ho notato un abuso di alcool. Lui è già in cura da una psicologa però volevo sapere come posso stargli vicino nel concreto e soprattutto se devo preoccuparmi x il suo consumo di alcool. Grazie

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Sara Coppola Inserita il 04/01/2016 - 20:08

Gentile Thetamy86,
affrontare un esaurimento nervoso non è sicuramente cosa facile nè per chi ne soffre nè per le i familiari. Chiedersi cosa poter fare per aiutare il proprio fidanzato che sta attraversando un momento difficile è un gesto di attenzione e affetto verso l'altra persona. in alcuni casi in verità, nonostante si voglia fare di tutto, c'è poco da fare. Mi spiego meglio: in questa situazione il suo fidanzato è già seguito ed è in cura, quindi sta facendo il suo perocorso di cura. Lei, probabilmente, le sarà stata accanto nel momento in cui ha dovuto decidere di rivolgersi ad uno psicologo e questo è già un ottimo aiuto. Può essere utile adesso sostenerlo nei momenti più difficili, magari chiedendogli direttamente cosa può fare per lui. Molte volte non serve fare chissà che cosa per aiutare qualcuno, molte volte può essere di grande aiuto essere presenti e vicini e l'altra persona ce ne sarà grata.
Per il consumo di alcool non so di che quantità si tratti e, quindi, se è seguito da un servizio specifico e se la collega ne è al corrente. Nel caso dovesse aumentare la frequenza fino a diventare un abuso ci si può rivolgere ad un centro specializzato che potrà darle informazioni utili in merito.
Spero di esserle stata utile.
Cordialmente
Dott.ssa Sara Coppola