Alexa domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 23/11/2015

Bolzano

L'ho lasciato e lui mi odia

Scrivo perché sono molto confusa. Ho chiuso la storia con l'uomo con cui vivevo da un anno. Una bella storia eravamo molto presi l'uno dall'altra, eravamo pieni di progetti. Lui era senza lavoro e aveva lasciato il suo appartamento e viveva con me e mio figlio di 17 anni. Lo mantenevo io praticamente è lui si sentiva spesso in difetto per questo. Era onnipresente nelle mie giornate messaggi... Veniva spesso dove lavoravo, mi accompagnava e mi veniva a prendere, non faceva nulla senza di me. Ad un certo punto ha iniziato a diventare ossessionante, non potevo fare più niente, uscire con i familiari, amici, colleghi. Ogni cosa gli dava fastidio e a me saliva l'ansia di doverci discutere. Una sera eravamo insieme al compleanno di una mia amica... Che ovviamente a lui non piaceva e ha iniziato a diventare nervoso... Andava avanti e indietro tra il locale dove eravamo e un locale vicino. Io mi sono infastidita e ho iniziato ad ignorarlo. Quando ha chiuso il locale dove stavo siamo andati nell'altro e l ho trovato li che parlava con una ragazza che sapeva non piacermi. Mi sono arrabbiata tantissimo e abbiamo avuto una bruttissima discussione davanti a tutti. Gli ho chiesto di darmi le chiavi di casa ma lui non lo ha fatto... Ha fatto il gesto di tirarmi un calcio... E io me ne sono andata a dormire da un'amica. Sono stata via 2 giorni non lo volevo vedere ero troppo delusa e lui continuava a cercarmi. Alla fine ci siamo apparentemente chiariti... Ma lui continuava a rinfacciarmi i fatti di quella sera. Siamo andati avanti un mese e poi gli ho chiesto di andarsene. Lui senza lavoro senza soldi e senza casa non se ne andava. Parlando con un suo amico sono riuscita a convincerlo di portarselo da lui, non lo volevo più così. E se n'è andato. Io sono stata male e speravo che un distacco gli avrebbe fatto capire che sbagliava... Abbiamo continuato a vederci un altro mese in cui lui ha cercato di farmi il vuoto intorno dicendomi che non avevo nessuno e che lui era l'unico a volermi bene... Era sempre molto attratto da me... Ma mi voleva a modo suo... Così gli ho detto che doveva lasciarmi in pace... Non lo volevo più vedere. Per 2 giorni glielo dissi e lui da lì ha iniziato ad insultarmi in tutti i modi mi ha insultata via messaggio per giorni. Io non gli ho più risposto. Non ci potevo credere che era diventato così... L'uomo che amavo era diventato un mostro. Dopo una settimana è venuto nel locale dove vado sempre con un altra!!! Io ci sono rimasta malissimo e ora mi ritrovo a stare male io!! È passato un mese e lui vive da lei, mi sembra incredibile e non riesco a dare una spiegazione a tutto questo. Vorrei un parere..

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Michela Vespa Inserita il 24/11/2015 - 11:48

Gentile Alexa,

cosa la rende confusa?
Il fatto che l'uomo che amava sia diventato un mostro?
Ciò che penso è che probabilmente lui sia sempre stato così, soltanto che finché lei soddisfaceva i suoi bisogni di accudimento ed assistenza totale su tutti i fronti, non aveva nulla da replicare.
Quindi in realtà è lei ad aver cambiato qualcosa, e aggiungerei anche per fortuna, tanto da fargli mostrare il suo lato meno conosciuto.
Ha detto lei stessa che non poteva più fare niente, uscire con familiari, amici e colleghi. Bene, adesso finalmente può ricominciare a farlo.
E, detto tra noi, non permetta mai a nessuno di vincolare la sua libertà. Si voglia bene.

Un caro saluto,
Michela Vespa
Psicologa Psicoterapeuta a Roma

Dott.ssa Cristina Tommasi Inserita il 23/11/2015 - 19:06

Buonasera,
ho letto più volte cosa ha scritto in queste righe, ed ogni volta mi viene alla mente una cosa molto chiara... probabilmente quest'uomo non era cosi innamorato di lei come diceva, o perlomeno non l'amava come lei amava lui, tanto da mantenerlo ed offrirgli una tetto. Quest'uomo sembra avere più che altro bisogno di qualcuno che gli stia vicino, economicamente e sentimentalmente, alle sue condizioni. Capisco che lei stia male per questa situazione, anche perchè mi sembra di capire che lei fosse molto innnamorata, ma essendo una donna sicuramente molto intelligente è riuscita a prendere una decisione inevitabile, con una dose di coraggio che non è da poco. Il tempo alcune ferite riesce a rimarginarle, ma lei continui ad essere orgogliosa della donna che è!

Se mi vuole contattare in privato possiamo tranquillamente appofondire l'argomento.

Cordiali saluti.

Dott.ssa Cristina Tommasi
Psicologa