Tamara domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 22/10/2015

Rimini

Gelosia retroattiva?

Salve, ho appena scoperto che il mio ragazzo con cui ho una relazione da quasi due anni sta avendo difficoltà a starmi vicino per le mie esperienze passate. Oltre a qualche storia vera ho avuto anche delle relazioni di solo sesso di cui non mi pento anche se con un età diversa e un'altra maturità non rifarei, ma ogni momento della vita ha bisogni diversi.
Io ho 8 anni più di lui, ne ho 33 al momento e per lui sono stata la prima e unica. Sono sempre stata onesta con lui sul mio passato perché non voglio una relazione basata sulle menzogne, ma questo ora mi si sta ritorcendo contro.
Oggi ci siamo visti per la prima volta dopo dieci giorni in cui si è allontanato e mi ha detto di essere confuso su noi due e dopo averglielo tirato fuori con le pinze si è scoperto che il motivo è questo, il mio passato con uomini per attrazione fisica. All'inizio della nostra storia non avevamo molti rapporti anche perché lui ha avuto alcuni problemi con tutto questo ma non abbiamo mai basato la nostra relazione solo su questo quindi non era un problema. Negli ultimi mesi invece le cose andavano bene da quel punto di vista e a suo dire proprio perché ora ha davvero capito cos'è fare l'amore da qualche settimana gli viene in mente il mio passato e quando gli succede si allontana e non ha nemmeno voglia di vedermi. Oggi mi ha baciata e abbracciata ma detto che non sa cosa vuole ma che ci vuole provare ancora. Non vorrei perderlo per questo motivo perché io sono una persona diversa non ho più vent'anni e non rifarei una cosa del genere. Al momento lui ha detto di voler continuare ad andare avanti e vuole provare a farsela passare, ma io mi sento dentro un limbo e sono terrorizzata all'idea che non lo possa superare e mi sento impotente. Come posso aiutarlo a uscire da questa situazione?

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Paolo Zandomeneghi Inserita il 23/10/2015 - 11:37

Cara Tamara,

comprendo il desiderio lecito di cercare di far funzionare la sua relazione. Non conoscendo bene il suo ragazzo non posso darle consigli a riguardo. Sebbene un colloquio con uno specialista potrebbe giovarle in termini di obiettività e chiarezza di visione della situazione, ritengo che se i problemi dovessero persistere (visto che ad oggi la situazione sembra essere ripartita) o se la relazione dovesse prendere una piega indesiderata, potreste sicuramente giovare di una consulenza da svolgere preferibilmente in coppia.

Cordiali saluti,

Dott. Paolo Zandomeneghi