Manny domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 28/09/2015

Agrigento

Non riesco a fare l'amore

Ho 25 anni, sono fidanzata da 7 con il mio ragazzo, e da 7 anni non riusciamo a fare l'amore. Ovvero, il problema nasce da me, inizialmente non ero pronta e ho deciso di aspettare un po'. questo ha portato un po' di stress tra me e il mio compagno che nonostante tutto si è dimostrato sempre molto comprensivo nei miei confronti.
Da qualche tempo ci ritroviamo a provare, e riprovare....perché mi blocco al minimo fastidio non appena sento una spinta più interna.
Abbiamo provato con un dito, entra fin quando non tocca l'imene e non riesco a farlo andare oltre.
Premetto di essere una persona ansiosa, ho sofferto di attacchi di panico in passato.. non riesco a rilassarmi, nè a rilassare i muscoli... nell'atto della penetrazione tremo e mi sale ansia.
Sono distrutta... mi sento una fallita come donna in quanto non riesco ad andare oltre e fare la cosa più bella del mondo.
Questa cosa sta distruggendo il mio rapporto, ogni volta provarci diventa un copione già scritto, in quanto è diventato tutto così pesante..
Ho provato anche da sola ad esplorare il mio corpo, ma essendo vergine non riesco proprio ad infilare da sola il dito, ho paura di farmi male...

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Martina Fabbrizzi Inserita il 29/09/2015 - 08:17

Empoli
|

Gentile Manny,
Comprendo la sua sofferenza. Il fatto di vivere il rapporto sessuale in modo sereno e piacevole è molto importante, sia per la coppia, che per se stessi. Credo che la sua paura e la sua ansia, la sua tensione anche muscolare dipenda da questo, ci sono in gioco, a quanto posso capire, un sacco di aspettative, anche il fatto di sentirsi una fallita perché non riesce ad avere un rapporto, non fa che aumentare l'ansia a riguardo. Ha provato a parlarne apertamente con il suo ragazzo? Spesso la chiave per una buona relazione, anche sessuale, parte dalla comunicazione.
La scoperta del proprio corpo è positiva ma andrebbe accompagnata ad una scoperta personale, intima di sé, dei propri bisogni e delle proprie insicurezze, così da poter avere la consapevolezza necessaria e lucida di sé.

Con i migliori auguri
Dott.ssa Martina Fabbrizzi
(Firenze)