Caterina domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 26/08/2015

Arezzo

Cambiamenti

Ciao a tutti! Scrivo qui perché, come tutti sappiamo, è molto più facile aprirsi con sconosciuti. Ho 20 anni. Fondamentalmente non ho grandi problemi, solo grandi insicurezze che mi destabilizzano completamente. Sono una bella ragazza, simpatica e intelligente (consapevole, non montata), ma nonostante questo sono molto insicura. Ho avuto la mia prima importante storia a 14 anni ed è finita quando ne avevo 18. Dopo questa storia ne ho avute altre di minor importanza che per vari motivi ho per la maggior parte delle volte fatte finire io. Ultimamente è successo un fatto che mi ha sconvolta: avevo un grande rapporto di amicizia con un ragazzo, e tale rapporto, in modo molto graduale, si è evoluto. Questo ragazzo (esteticamente molto peggiore di me, anzi oserei dire abbastanza brutto) mi ha presa completamente con la testa, anche lui sembrava del tutto preso e io ero al settimo cielo. Fino a quando dal niente mi ha detto che sono una ragazza "bella, intelligente e brillante come non ho mai avute", ma che in questo suo periodo non può darmi ciò che merito e che stare con me ora non è quello di cui ha bisogno. Per poi non scrivermi più dopo un anno che ci sentivamo e vedevamo, prima da amici e nelle ultime settimane da più che amici. Quello che vorrei realmente sapere è se queste giustificazioni datemi da lui possono essere considerate sincere o se semplicemente lui non è preso. Ne ho parlato con la mia migliore amica e il mio migliore amico (che è suo cugino) e anche loro mi hanno detto che non si spiegano assolutamente questo suo comportamento, non ci credevano nemmeno inizialmente. Ci siamo rassegnati al fatto che lui è un ragazzo molto strano e profondo (anche per questo mi aveva fatto perdere la testa) e che risulta quasi impossibile capire i suoi pensieri. E' stata una coltellata vi assicuro, dopo tutto ciò che facevamo insieme e che mi diceva non mi sarei mai aspettata una reazione del genere. Ho pianto tanto, e gliel'ho anche detto. Si è comportato come tutti gli altri, cosa che non mi sarei mai nemmeno sognata da lui. Lui non mi da più spiegazioni di quelle elencate prima e io ho smesso completamente di scrivergli visto come sono stata a causa sua. Avevo iniziato a credere che fosse l'uomo della mia vita. La cosa brutta è che tutto ciò mi crea ansie e paranoie. i problemi che mi vedo ad affrontare mi sembrano insormontabili nonostante non sia la prima delusione d'amore che provo. Inoltre da quando studio all'università sono molto più consapevole, lo studiare mi apre la mente, ma tutto ciò mi fa peggio perché credo di avere veri e propri momenti di depressione. Questo mi accadeva anche prima di essere lasciata da questo ragazzo col quale ne ho anche parlato. Che fare?

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Giuseppe Del Signore Inserita il 01/09/2015 - 21:44

Viterbo
|

Cara Caterina,

>>..non ho grandi problemi, solo grandi insicurezze che mi destabilizzano completamente..<<
forse non hai grandi problemi, ma il fatto che queste "insicurezze" ti destabilizzano significa che sono profonde e meritano un attento ascolto psicologico, questo però può essere fatto solo contattando un Collega di persona, soprattutto se le tue difficoltà influiscono sulla possibilità di vivere una serena relazione di coppia.
La bellezza e l'intelligenza non possono compensare la mancanza di autostima e la possibilità di far fronte alle tue difficoltà relazionali.

Cordiali saluti,
Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo clinico e forense, Psicoterapeuta
Specialista in Psicoterapia Psicoanalitica