Sara  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 20/09/2021

Lucca

Penso troppo al sesso e ho paura di tradire

Salve, sono Sara e ho 25 anni. Da 4 anni ho una relazione bellissima con il ragazzo che amo e con la quale ho intenzione di passare la mia vita insieme. Viviamo una relazione a distanza solo che nei primi 3 anni circa, ci si vedeva una o due volte al mese con periodi di tempo come (4/6 mesi, una volta l’anno)in cui non potevamo in quando partiva per lavoro e io non potevo raggiungerlo. L’ho vissuta un po male ma tutto sommato sono andata avanti. Ad oggi invece, non ci vediamo da 6 mesi perché è di nuovo fuori per un corso importante e starà via fino a maggio 2022 e io per ora non posso raggiungerlo perché è un anno importante per me, a breve mi laureo e dovrò lavorare in quanto ho assolutamente bisogno di mettere soldi da parte e aiutare la mia famiglia che mi ha sostenuto in questi anni. Il punto è questo, mi sento scoraggiata e a momenti triste anche perché non posso sentirlo quanto voglio o quando ho bisogno dovendo anche rispettare il fusorario e il fatto che sia perennemente impegnato. Mi sento anche un po trascurata anche se quando lo sento spende sempre un sacco di frasi carine per me. È da un po di mesi che penso sempre a voler fare sesso, a poter uscire con un ragazzo carino o a quanto sono eccitanti i ragazzi in giro e che ci provano con me e in un certo senso mi sento un po sprecata perché posso permettermi ragazzi bellissimi mentre sto dietro alla mia relazione alla quale faccio sacrifici da anni… in più penso che se non riusciamo a vederci fino a maggio 2022, forse pure lui potrebbe pensare di andare con un’altra e questo mi porta a giustificare il mio pensiero di tradirlo. In oltre mi manca tanto il contatto fisico, i baci, gli abbracci e il calore di un uomo.. poi ho notato che il pensiero diventa più assillante quando non sento il mio ragazzo o quando ho degli impegni da fare, come per esempio adesso che devo studiare per la laurea. Non capisco come gestore questa cosa e non capisco se c’è un modo per andare avanti senza ferire nessuno.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Sacha Horvat Inserita il 22/09/2021 - 11:58

Milano
|

Buongiorno Sara,
i suoi pensieri relativi al sesso sono assolutamente sani, rispecchiano un desiderio che chiede di essere espresso, vitale, di contatto, di presenza. Da quello che scrive sembra che lei si stia affacciando ad un periodo di cambiamento, un momento evolutivo in cui poter riorganizzare la sua vita. La sua "paura" le sta indicando che qualcosa sta cambiando o è cambiato, che ora ha dei bisogni nuovi. Colga questo momento per farsi supportare e dare un significato ai suoi sentimenti.
Un caro saluto.
Dott. Sacha Horvat

Dott.ssa Loredana Trebisacce Inserita il 20/09/2021 - 09:52

Roma
|

Cara Sara,
i rapporti a distanza possono presentare, soprattutto nel tempo, delle insidie e delle trappole. All'inizio di una relazione l'entusiasmo iniziale può far sottovalutare i problemi reali della lontananza, quali appunto i periodi prolungati di assenza, la mancanza del contatto fisico, della relazione sessuale e della vicinanza fisica nella quotidianità della vita.
Tu, dopo un periodo iniziale di incoscienza stai facendo i conti con tutto questo ed è normale porsi queste domande e soprattutto porsi la questione di questa scelta, se sia davvero quella giusta per la tua vita.
Hai provato a parlare con lui di quello che provi, dei tuoi dubbi e a chiedergli a suo volta lui come si sente in questa distanza forzata? Certamente un confronto tra di voi potrà rasserenarti e soprattutto cercare di fare il punto della situazione del vostra rapporto, dove sta andando, come volete e se volete che prosegua e se in questo momento risponde alle vostre necessità e bisogni.
Giustamente ti chiedi se ci sia un modo di non ferire nessuno, purtroppo non c'è modo di saperlo in anticipo.
Chiarendo però i vostri sentimenti ed esigenze in maniera sincera però potrete decidere in piena serenità e prendendovi ciascuno le proprie responsabilità del vostro futuro, assieme o meno che sia.
Vi auguro di riuscirvi a pieno.
Resto a disposizione per qualunque chiarimento.
Un caro saluto
Dott.ssa Loredana Trebisacce