Anna  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 25/06/2021

Ferrara

Ossessione per ex

Buonasera,
Vi scrivo perché ho bisogno di un parere per la situazione che sto vivendo ormai da troppo tempo. Cercherò di essere breve anche se i dettagli sono tantissimi. Due anni fa stavo con un ragazzo A, una relazione durata 8 anni di cui 4 di convivenza, abbiamo deciso insieme di provare a frequentarci anche con altre persone. Da quel momento ho iniziato a uscire con un mio collega B, che conoscendo benissimo la mia situazione mi aveva fatto pressione per lasciare il mio fidanzato. Ho mantenuto entrambe le relazioni per un un mese, cosa di cui mi vergogno molto e di cui mi pento, finché il mio fidanzato mi ha lasciata. Ho continuato a frequentare il mio collega B per ancora un paio di mesi, ero innamorata (lo sembrava anche lui) e questo mi aveva portato a mettergli inconsapevolmente pressione per darmi qualche sicurezza in più, anche perché avevo stravolto la mia vita per lui e mi aspettavo qualcosa in più da parte sua. B probabilmente quando ha capito che volevo una relazione seria mi ha detto che stava male con se stesso per un problema di salute, ma che avrebbe affrontato la situazione per stare meglio anche con me, invece da quel momento è sparito. Ho passato un anno intero a pensare a B, a darmi tutte le colpe, piangevo in continuazione e ho perso parecchia sicurezza in me stessa. Durante il primo lockdown, probabilmente per noia, B si è fatto risentire e mi ha chiesto di vederci. Proprio in quel periodo mi ero riavvicinata al mio ex A e perciò sono stata chiara sul fatto che non ero libera, abbiamo continuato soltanto a messaggiare finché B è di nuovo sparito quando gli ho fatto sapere che con il mio ex avevo chiuso di nuovo. B si è fidanzato con una ragazza con la quale sta ancora adesso. Anch'io dopo diverse relazioni sono riuscita ad andare avanti e ho trovato un uomo meraviglioso che amo, ed è per questo che vi scrivo perché sono innamorata ma non riesco a smettere di pensare a B, anche perché continua a farmi capire che mi “controlla" sui social e questa cosa mi confonde. È in vacanza con la sua fidanzata e non fa altro che visualizzare ogni mio post all'istante e io stupidamente controllo se lui mi controlla. È diventata un'ossessione ormai. Mi sto vergognando molto a scrivere tutto questo perché ho 30 anni, ma mi comporto come una ragazzina in questa situazione, e mi sento in colpa nei confronti del mio fidanzato, anche se mai lo lascerei per B per il quale non provo più nulla. Sono consapevole di avere un problema, di avere tante colpe, ma vorrei capire perché una persona si comporta come si sta comportando lui e vorrei sapere come posso fare per riuscire a dimenticarlo del tutto, forse più che altro dimenticare tutto il male che mi ha fatto e che mi sono fatta per colpa sua (cosa che mi ha portato a tanti problemi anche nella mia attuale relazione). Sono sicura che quello che più mi fa stare male ancora adesso è pensare che la sua ragazza attuale sia meglio di me, che io non sono riuscita a farlo innamorare e lei sì. E continuo a darmi colpe su colpe, sicura che se avessi fatto le cose per bene lasciando il mio ex A prima iniziare una nuova relazione, B si sarebbe fidato di me e non sarebbe sparito (oltre al fatto che avrei evitato di fare del male al mio ex e a me stessa, ma per fortuna questa questione l'ho risolta e ho un ottimo rapporto con il mio ex ancora adesso).

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Alice Laraspata Inserita il 25/06/2021 - 13:55

Buongiorno Anna, sicuramente vi sono dei punti irrisolti sia nella relazione con A che in quella con B che non le faranno vivere nessun’altra relazione con serenità. In merito a quella che lei definisce “ossessione” gioca un ruolo fondamentale il non essere riuscita a mettere la parola fine alla relazione che è sempre rimasta aperta e piena di non detti che hanno alimentato in lei dubbi, ma allo stesso tempo speranze; l’essere stata più volte messa da parte senza una reale spiegazione del motivo, per poi essere nuovamente considerata o cercata, ha generato in lei la speranza che ci potesse essere un ritorno di fiamma.
Rifletta sulla possibilità di capire, attraverso un percorso psicologico, come mai la sua persona si è lasciata trasportare in questa situazione senza aver trovato delle strategie per fermare il gioco del “tira e molla”, credo sia questo il lavoro che dovrebbe fare e che sia più utile il senso evolutivo per poter tornare a vivere appieno le future relazioni.

Dott.ssa Alice Laraspata