Matteo  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 20/04/2020

Bergamo

Paura di essere gay

Salve a tutti , sono un ragazzo di 21 anni e sono tremendamente in ansia perche ho paura di essere o diventare gay( anche se so che non c e nulla di male e non ho niente contro le persone omosessuali).
Tutto è iniziato circa 6 /7 mesi fa quando ho sentito la storia di un uomo che si e scoperto omosessuale all eta di 40 anni, e io essendo molto timido , introverso faccio un po fatica con le ragazze nonostante io sento davvero che mi piacciono e mi sono sempre piaciute le donne.( sono anche un po selettivo sulle ragazze ovvero non vado con chi mi capita perche devo andarci per forza ).
Con il passare del tempo questo problema un po passava e un po ritornava e cosi un giorno ho provato a guardare un porno gay (in particolare mi eccita vedere un uomo che si masturba, magari perche penso di immedesimarmi),per testarmi e mi sono diciamo eccitato e per me questa cosa è stata davvero uno strazio, perche ho pensato visto il mio eccitamento verso questo tipo di filmati di essere gay o di poterlo diventare o di esserlo sempre stato e non volerlo accettare.
In realta anche in passato capitava qualche volta di guardare video del genere ed eccitarmi ma non ho mai messo in dubbio il mio orientamento .
È normale eccitarsi su questo tipo di porno essendo etero?
Personalmente non provo niente per gli uomini sentimentalmente è solo una cosa diciamo di filmati perche ho sempre giocato a calcio e anche durante le docce o robe varie non ho mai provato niente e neanche mi accorgevo.
Ho molta paura di poter essere un omosessuale latente.
Preciso che ho gia avuto questo tipo di ossessioni con altre tematiche pero ora quella che mi preoccupa è questa.
Durante il giorno non faccio altro che cercare su internet storie come la mia e certe volte mi imbatto in persone che appunto affermano di essere diventate gay oppure di essere gay repressi e tutte queste cose mi spaventano.
Da quando ho avuto questo dubbio cioè 6 -7 mesi fa diciamo che il mio malessere non e stato continuo perche per esempio ho sofferto le prime settimane e poi per un po di tempo non ci ho piu pensato pero poi in queste settimane è tornato prepotentemente e mi sono stufato.
Cosa devo fare?
Voglio tornare ad essere spensiarato e non avere piu queste ossessioni (spero che siano ossessioni).
In passato appunto ho sofferto di altri tipi di ossessioni per esempio paura del suicidio , di fare male alla mia famiglia.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 20/04/2020 - 11:33

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buongiorno Matteo,
per potersi pronunciare sulla sua "paura di essere gay" è necessario approfondire la sua storia mediante una psicodiagnosi accurata e completa che può eseguire uno psicoterapeuta esperto.
Detto ciò, mi sembra che sia importante approfondire anche la sua tendenza alle "ossessioni" ("paura del suicidio, di fare male alla mia famiglia"), che sembrano rimandare ad uno stile di personalità dominato da preoccupazioni persistenti (come ad esempio il timore di essere gay), che le impongono comportamenti ripetitivi ("durante il giorno nn faccio altro che cercare su internet storie").
Pertanto, credo che una consulenza psicologica individuale potrà esserle utile, in primis, a comprendere le motivazioni di queste "ossessioni" in modo da gestirle efficacemente e "tornare ad essere spensierato".
Un caro saluto.
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma).

Dott.ssa Rebecca Silvia Rossi Inserita il 21/04/2020 - 10:34

Buongiorno Matteo,
dato che in passato ha avuto questo tipo di ossessioni ma su altre tematiche, penso sarebbe opportuno per lei consultarsi con uno psicoterapeuta per approfondire la questione. Da quanto scrive, mi pare che la paura di essere gay, che la tormenta in questo momento, possa essere inscritta in uno spettro di paure più ampie (come scrive lei stesso, del suicidio ad esempio). Mi viene quindi da dedurre che è più di 6/7 mesi che è tormentato da questi pensieri, che per essere compresi e sconfitti andrebbero approfonditi con uno specialista. Mi scriva pure se necessita maggiori informazioni. Un caro saluto, Dott.ssa Rebecca Silvia Rossi