Matteo  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 05/04/2019

Matrimonio e figli

Buon giorno vorrei porgerle una domanda riguardante al matrimonio e figli.
Sono assieme ad una ragazza da quasi cinque anni andiamo d accordo a volte litighiamo come tutte le coppie del mondo però c è una cosa che mi terrorizza parecchio ed e questa che ultimamente è capitato di palare del matrimonio o figli e mi capita di sentirmi come se avessi perso qualcuno e non riesco ad interpretare la motivazione io con lei sono in bambinone e soprattutto sono un giocherellone e se penso che mi potrebbe lasciare mi cre un vuoto è una tristezza io gli dissi appena conosciuti che non mi sentivo di avere figli e di fare il matrimonio e che chissà che magari più avanti sarebbe potuto nascere queso desiderio invece tuttora ho sempre questa sensazzione però in parte questa cosa mi fa stare male perché so lei quando lo vorrebbe be pultroppo adesso per i figli magari è un po’ tardino visto che lei ha 45 anni ma per il matrimonio ? Vorrei aggiungere che pultroppo sono già un ragazzo ansioso di mio e penso anche un po’ depresso volevo segnalarlo perché mi sembra una cosa corretta Grazie in anticipo Matteo

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 05/04/2019 - 11:46

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buongiorno Matteo,
il suo messaggio è molto denso e spero di aver inteso il significato di alcune parole perchè ci sono alcune imprecisioni nei caratteri e mancando la punteggiatura, posso ipotizzare che l'abbia scritto tutto d'un fiato come è comprensibile che sia, coerentemente con i contenuti esposti.
Ad ogni modo, cercherò di rispondere alla sua richiesta, invitandola, innanzitutto ad autoesplorarsi, ossia porsi alcune domande circa la sensazione che prova nel momento in cui si prospetta l'eventualità del "matrimonio e dei figli". Cosa significa tutto ciò per lei? Quali paure nutre qualora ciò dovesse realizzarsi? In che modo pensa tali eventualità possano modificare il vostro equilibrio di coppia?
Ha concluso definendosi "ansioso e un po' depresso", che associazione si può fare, secondo lei, tra i suoi timori verso il matrimonio e i figli ed il suo essere "depresso" e "ansioso"?
Forse è proprio da questo che sarebbe utile inziare: ossia concentrarsi su di sè, sui suoi disagi ("depressione" e "ansia"), in modo da gestire più efficacemente la relazione con la sua compagna, e comprendere come mai sia "terrorizzato" dall'eventualità di "matrimonio e figli".
Un caro saluto.
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma).