Alice  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 06/11/2018

Torino

Mi masturbavo da piccola, legame con sessualità odierna

Sono anni che mi chiedo se è sbagliato quello che facevo da piccola e non sono mai riuscita a parlarne di persona con una psicologa. Ho ricordi di masturbarmi fin da piccola, non so bene da che anno. Generalmente a letto contro uno dei miei peluche o la mano. Ho fatto un po' di ricerca su internet e ho capito che non ero l'unica bambina a fare ciò. Mia mamma ogni tanto mi diceva di smettere, ma non in modo aggressivo, semplicemente perché alcune mattine finivo per essere rossa e irritata li.
Quello di cui però mi vergogno è che anche passata l'età dei 5 anni ho ricordi di averlo fatto di fronte ad altri, cercando di mantenere la mia espressione impassibile e più o meno nascondendo ciò che facevo. Lo facevo mentre mio papà mi faceva compagnia prima di addormentarmi o davanti a mio fratello, di due anni più piccolo, senza pormi alcun problema. Perché avevo così poco pudore?
Inoltre volevo sapere se c'è alcun legame con questo è il fatto che ora soffro di un leggero vaginismo primario e raggiungo l'orgasmo solo esclusivamente con la stimolazione clitoridea.
Grazie

  3 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Natalina Amoroso Inserita il 09/11/2018 - 22:42

Bologna
|

Gentile Alice,
Ci tengo innanzitutto a rassicurarla: quello che faceva da piccola non era sbagliato, né "anormale". La sessualità è una dimensione psicologica, fisica, affettiva complessa, e a mio avviso il suo vaginismo non può essere considerato come una diretta conseguenza della masturbazione infantile. Sarebbe invece più utile ed importante approfondire il modo in cui le figure preposte al suo accudimento quando lei era bambina abbiano vissuto e risposto ai suoi comportamenti, ai suoi bisogni e alla sua sperimentazione, così come il modo in cui la sessualità e il sesso siano stati vissuti e accolti, nella sua famiglia. Ad esempio: il sesso era considerato come qualcosa di sporco o di sbagliato? Arrivando a conoscere il clima emotivo, affettivo, relazionale inconscio in cui il suo sviluppo si è svolto, sarà possibile anche capire le ragioni del suo disagio attuale, ed arrivare ad una sua risoluzione. Un percorso psicoterapeutico la potrà aiutare a capire come lei si ponga, oggi che è adulta, di fronte al sesso.
Infine, voglio anche rassicurarla che la distinzione tra orgasmo vaginale e orgasmo clitorideo è stata giustamente ridimensionata, nel panorama scientifico attuale.
Resto a disposizione per ulteriori domande.
Cordialmente,
Dott.ssa Natalina Amoroso
Psicologa Psicoterapeuta Psicoanalista

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 07/11/2018 - 09:39

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buongiorno Alice,
credo che si possa stabilire una connessione tra ciò che le accadeva da piccoloa ed il vaginismo, considerando che anche attualmente, così come in passato, lei ottiene il piacere solo attraverso la stimolazione. Il vaginismo impedisce infatti la penetrazione o qualora essa avvanga, è percepita come dolorosa, quindi non piacevole.

A questo punto, è importante per lei chiedersi come mai tenda ad evitare il contatto psicofisico dell'altro sostituito invece da una forma di masturbazione?
Le info che ha fornito sono troppo esigue per avanzare altre ipotesi a riguardo, ma credo sia significativo per lei che sia riuscita ad esporre qui questa sua difficoltà. Come mai non è riuscita a parlarne con una psicologa? come si sente rispetto a questa circostanza che ha descritto?

Se vuole approfondire, può scrivermi o contattarmi.

Un caro saluto.

Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma)

Dott.ssa Daniela Vinci Inserita il 07/11/2018 - 11:18

Gentile Alice,
Già il fatto che lei abbia collegato e riflettutto sul suo passato è molto importante. E' inevitabile pensare che ci sia un collegamento tra il suo comportamento sessuale di oggi e quello infantile. Credo che per lei sia arrivato il momento di parlare apertamente con una psicologa per accettare quello che succedeva da bambina dato che non ha alcuna colpa. Scelga una professionista con cui sentirsi a proprio agio e consideri che ci sono psicologi esperti in questo settore.
Resto a disposizione,
Dott.ssa Daniela Vinci
Psicologa e Consulente Sessuale
Arluno (MI)