Simone  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 02/07/2018

Rapporto con la mia compagna

Buonasera, impazzisco da mesi ormai. Dala nascita di nostra figlia, sono diventato un fantasma per lei, non ho più nemmeno la m in una attenzione e non mi considera più neanche con piccoli gesti. Premettendo che lei non é la tipica ragazza sentimentale ma ormai neanche più il.minimo. vi faccio un esempio, prima mi chiedeva sempre una foto insieme e la pubblicava... Ora anche in presenza mia si fa fare la foto solamente con la figlia e non mi calcola per niente. Dalla nascita di mia figlia non abbiamo nemmeno una foto tutti e 3 insieme. Ricevo attenzioni baci solamente quando mi vede un po' strano o pensieroso. Non riesce ad afforntare un discorso o a parlarne di qiesto visto che per lei é normale tutto questo comportamento cacciando,secondo me, la scusa che dalla nascita di nostra figlia é cambiata. Poi vabbè del rapporto sessuale non c'é bisogno di parlarne, dice che ha paura che é rimasta traumatizzata dal fatto di essere rimasta incinta e quindi é un NO. Comunque lei ha 25 anni io 28.

  1 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Anna Marcella Pisani Inserita il 03/07/2018 - 14:54

Roma - Cassia, Flaminia, Tor di Quinto, Cesano, Fo
|

Buongiorno Simone,
Come già saprà, la nascita di un figlio, nonostante sia un evento positivo, può essere destabilizzante per l'equilibrio della coppia.
Il nuovo ruolo di genitore, infatti, impone ritmi ed energie che possono rivolgersi in modo quasi esclusivo al neonato.
Ma, se la coppia è basata su una solida alleanza e reciprocità affettiva questa fase fisiologica di stress va spontaneamente in remissione. E la coppia trova un nuovo equilibrio affettivo in cui siano bilanciati i ruoli di partner e di genitore.
Quali energie può attivare la vostra coppia per superare questa fase di difficoltà?
Ha fiducia nelle risorse della sua compagna?
Come mai la sua compagna definisce la gravidanza un "trauma"? Era una condizione desiderata consapevolmente?
Come vede, per risolvere la situazione è necessario approfondire questi come molti altri aspetti caratterizzanti la vostra coppia, in modo da impostare un piano di intervento che possa consentirvi di stare bene come coppia e come genitori.
Se la situazione dovesse persistere e non riusciste a trovare insieme una soluzione, può valutare la possibilità di chiedere aiuto ad uno psicologo che saprà indirizzarvi verso la giusta direzione.
Un caro saluto
Dott.ssa Anna Marcella Pisani (Roma)