Francesca  domande di Sesso, Coppia, Amore e Relazioni  |  Inserita il 24/05/2018

Rimini

È iniziato il mio incubo... come posso uscirne?

Buonasera a tutti..sono Francesca,ho 25 anni e vi scrivo perché non pensavo che sarei mai arrivata a tanto..capisco sia molto anomalo l’orario (le 02:00 di notte),ma purtroppo la sera/notte sono diventati da qualche giorno/settimana momenti infernali e i peggiori della giornata..vi spiego in breve!Da 3 settimane ho portato a termine la mia relazione più lunga,5 anni..questi anni sono stati purtroppo i più tormentati;stavo con un ragazzo che purtroppo non ha mai saputo gestire emozioni e situazioni poiché da piccolo ha sofferto molto per la separazione dei suoi genitori e per la malattia di sua madre (bipolare borderline) che lo ha costretto a crescere troppo in fretta e bruciare tappe importanti della sua vita.la nostra storia come ho detto è stata molto tormentata,abbiamo sempre concentrato l’attenzione su di lei,perché essendo diventato “schiavo” del suo benessere,era arrivato al punto di ragionare in questo modo “se lei non ci da fastidio e la teniamo contenta possiamo stare tranquilli “..errore sbagliatissimo che io ogni volta facevo notare ma essendo una persona che ha sempre contato solo su se stesso per affrontare determinate situazioni rifiutava ogni singolo aiuto.tra alti e bassi siamo andati avanti con la nostra relazione,siamo andati a convivere sperando di avere il nostro nido d’amore e finalmente viverci come dovrebbero fare due ragazzi della nostra età.nulla è cambiato,anzi se non peggiorato!lui era sempre più assente perché si concentrava su progetti che lo riuscivano a distrarre dalla situazione di cui era schiavo (sua madre),vivevo ogni domenica con l’ansia che lei ce la potesse rovinare siccome per lei era il giorno peggiore,mi sentivo sempre più sola e capivo che non era la vita che volevo..la paura di cambiare e affrontare le conseguenze mi ha portato a provare interesse verso un altro ragazzo,che mi ha fatto rivivere emozioni,attenzioni,desideri che avevo scordato.tutto questo è avvenuto 6 giorni prima che decisi di lasciare il mio ragazzo,mi sono fatta un bell’esame di coscienza,e finalmente ho deciso di cambiare vita e lasciarlo .tengo a precisare che con questo ragazzo non è successo nulla di fisico,nè baci,nè carezze,nè rapporti!solo dei gran messaggi che non mi facevano sentire sola,ma per di più apprezzata,coccolata e valorizzata!purtroppo la mia ingenuità,poiché non mi è mai capitato,ha fatto si che il mio ex è venuto a sapere di questi messaggi..potete immaginare la reazione!insulti e purtroppo anche minacce soprattutto da sua madre..ogni giorno ha un messaggio pronto per me,per ricordarmi quanto faccio schifo,quanto mi devo vergognare di qualcosa che ho fatto ma che realmente non ho proprio fatto..io inizio ad essere stanca e anzi il mio fisico ne risente poiché ho il Morbo di Crohn e se mi agito più del dovuto lui si rifà sentire..sinceramente,vorrei capire quanto sto sbagliando,vorrei essere indifferente a tutto questo,ma io mi assumo le mie responsabilità,so che non dovevo provare interesse e alimentarlo mentre ero già impegnata..stanno esagerando,ma io non voglio rispondere alle provocazioni,sopratutto di una persona instabile come lei..come posso reagire a tutto questo e vivermi in pace la mia vita?
Grazie dell’attenzione.
Francesca

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Laura De Martino Inserita il 30/05/2018 - 22:11

Napoli
|

Cara Francesca, la risposta già se l ' è data "stanno esagerando,ma io non voglio rispondere alle provocazioni,sopratutto di una persona instabile come lei..".Non è facile avere a che fare con la pazzia e le sue logiche, ma non si faccia trascinare. Con il tempo si stancheranno soprattutto se lei non risponde. Se così non fosse può chiedere consiglio alle forze dell' ordine, magari con una diffida o con una misura anti Stalker potranno aiutarla.

Un caro saluto
Dr.ssa Laura De Martino
Psicologa e Psicoterapeuta Relazionale e familiare
Napoli

Dott. Argo Penovi Inserita il 28/05/2018 - 12:06

Buongiorno Francesca,

Innanzitutto vorrei dire che mi dispiace per la situazione che sta vivendo... è oggettivamente sgradevole e pesante, inoltre la presenza della malattia di Crohn aumenterebbe la sofferenza di chiunque.
L'obiettivo di vivere in pace la propria vita è un obiettivo realizzabile, ma a patto di lavorare su noi stessi. Purtroppo non possiamo cambiare le persone velenose che non vogliono cambiare, ma possiamo cambiare il nostro modo di approcciarci a queste persone e sarà questo a portare la pace.
Se riterrà che posso esserle d'aiuto in questo mi chiami pure al numero 333-9848271, gli altri contatti sono sulla mia scheda.
Anche se non dovesse scegliermi, le consiglio comunque di iniziare un percorso con un collega, perché si merita di vivere bene!

Buona giornata!