Maria Teresa domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 28/08/2017

Bologna

Insicurezza

Salve, ho 26 anni e nella mia vita, per mia scelta sono cambiate molte cose... ho fatto per 3 anni la cameriera in un ambiente di lavoro che poco mi valorizzata e dove mi sentivo denigrare e private della mia dignità... partendo dal presupposto che non sono mai stata molta sicura di me stessa,la mia ex occupazione ha peggiorato la situazione. Oggi ho cambiato lavoro, sono assistite manager di una meravigliosa azienda dove mi confronto ogni giorno con moltissime persone, ho deciso di trasferirmi da dove abitavo prima per portare questa azienda in Emilia Romagna dove abita la mia famiglia e questa mia decisione ha comportato che io lasciassi la mia convivenza di 3 anni col mio attuale compagno ed intraprendere una relazione a distanza. Ad oggi sono quasi riuscita a raggiungere gli obbiettivi che mi ero prefissata, sono molto vicina al traguardo. Adesso però mi trovo in una situazione di stallo dove per motivi professionali devo essere forte, sicura, un faro e un modello per il mio team dove io sono il loro leader e per il mondo. E qui sopraggiunge il problema non sono abbastanza sicura di me e questo professionalmente mi sta rallentando ed è diventato un problema! Da tutta la vita sogno di riuscire finalmente ad acquisire sicurezza e fiducia in me stessa è ad avere una sana e pacifica visione di me adavere più autostima. Eppure sono cambiata moltissimo, sono totalmente uscita dalla mia zona di confort, affrontando magari situazioni che mi intimorivano e che mai avrei pensato di avere la forza di affrontare eppure sono riuscita con successo (ad esempio superare la paura di guidare è soprattutto l'autostrada). Premetto che non ho una buona visione del mio corpo è nemmeno un buon rapporto è questo mi frena. Ci sono molte cose di cui dovrei essere Fiera di me stessa eppure non mi aiuta, sono autocritica, non mi sento abbastanza o all'altezza sono sempre alla ricerca di approvazione e l'ingratitudine o l'irriconoscenza degli altri mi fa andare giù di testa. Come posso concretamente diventare sicura di me ed acquisire più forza? Professionalmente questo mio problema mi penalizza molto è in un momento come questo dove devo affermarmi e progredire questo mi sta bloccando. A chiunque prenda a cuore i miei bisogni dico grazie mille! Sono molto riconoscente.

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Natalia Monti Inserita il 29/08/2017 - 06:51

Bologna
|

Buongiorno Maria Teresa,
sembra che nonostante abbia raggiunto diversi obiettivi che si era prefissata, affrontato situazioni che la intimorivano e cambiato faticosamente tante cose nella sua vita, questo non abbia modificato in modo stabile la sua immagine di sé e il suo sentire. Le scelte che ha fatto l'hanno portata vicino al traguardo e proprio ora si sente bloccata.Forse non è un caso.Chiede cosa fare "concretamente"per diventare più sicura ma potrebbe essere utile prima comprendere cosa significhi per lei raggiungere questo traguardo e quali implicazioni avrebbe, sia a livello emotivo che nella sua vita pratica. Accenna ad una convivenza di tre anni ora diventata relazione a distanza: il suo compagno come vive questa situazione? E la sua famiglia (ora è tornata vivere con loro?). Sembra che per lei sia importante soddisfare le aspettative altrui e sentirsi approvata e mi chiedo se in questa situazione senta di non potere accontentare tutti. Ripercorrere la sua storia di vita e comprendere le origini della sua insicurezza e del suo bisogno di approvazione potrebbe aiutarla a fare chiarezza sui suoi bisogni, ora forse oscurati da quelli altrui.

Cordialmente,
Dott.ssa Natalia Monti
Psicologa Psicoterapeuta
Riceve a Bologna.

Dott.ssa Ilaria La Manna Inserita il 29/08/2017 - 10:11

Buongiorno maria teresa,
tanti traguardi raggiunti e proprio quando sono raggiunti viene assalita da un senso di insicurezza. mi colpivano le sue parole quando scrive che è sempre alla ricerca di approvazione e, quando questa viene a mancare, è come se avesse un crollo e sentisse su di sè tutta questa insicurezza. come se ciò che facesse fosse basato su quello che gli altri le rimandano. mi spiego: finchè ho approvazione, lodi, incoraggiamenti, ... mi sento forte e sicura di andare per il mondo, trasferirmi e ottenere buoni risultati; ma se capita che ci sia un intoppo (ad es. una critica, un obiettivo non raggiunto, ...) "va giù di testa", come se il suo "unico motore" fosse l'approvazione degli altri. ci chiede come fare per sentirsi più sicura di sé e avere più forza, forse non basando questa idea di forza su quello che le rimandano gli altri, ma sulla possibilità che lei possa sentirsi brava, in gamba, capace di fare, ottenere risultati sul lavoro, ... anche indipendentemente dagli altri, ossia una sicurezza che nasca da lei, lei in quanto persona che conosce il suo valore (e non valore che le rimandano gli altri)
un caro saluto