Luca domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 16/03/2017

Bari

La mia ragazza si taglia

Salve , ho un problema molto grave , la mia ragazza si autolesiona ormai da molto tempo .. non so più come aiutarla .. lei non vuole rivolgersi a nessuno , questa cosa la so solo io ... i suoi sintomi sono ansia stress da scuola e dei rapporti con i genitori .. è rimasta molto delusa da dei comportamenti che assumono i suoi genitori nei suoi confronti (tradimento di uno dei coniugi) .. per favore spero possiate darmi una mano

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott. Andrea Bottai Inserita il 16/03/2017 - 15:46

Firenze
|

Ciao Luca, è una cosa difficile da accettare per te che le stai vicino. E' un comportamento compulsivo, irrefrenabile e irrinunciabile. Ci sono delle modalità di trattamento con cui affrontare il problema con ottimi risultati ma deve essere vista in seduta. Probabilmente non vuole farsi aiutare perché crede che le torturine le siano indispensabili per sedare l'ansia. E' vissuto come un piacere che seda il dolore. Non serve che insisti che si faccia curare. Puoi proporle di parlare con qualcuno che la aiuti a farlo meglio, ancora più piacevole, ancora più efficace nel placare l'ansia. Questo è l'approccio strategico. Se accettasse la devi indirizzare da uno psicoterapeuta se segue la Terapia Breve Strategica.
Cari saluti.
Dott. Andrea Bottai - Firenze

Dott. Giuseppe Del Signore Inserita il 18/03/2017 - 12:50

Viterbo
|

Gentile Luca,

l'autolesionismo è un sintomo aspecifico che nasconde spesso una notevole sofferenza interna e una difficoltà nel riconoscere e gestire la sfera emotiva.
Dovrebbe cercare di ascoltare la sua ragazza e spingerla verso una consulenza psicologica, perché on-line non si possono elargire consigli senza una valutazione diretta, soprattutto per interposta persona.
Come mai non vuole rivolgersi a nessuno?

Cordiali saluti,
Dott. Giuseppe Del Signore - Psicologo, Psicoterapeuta
Specialista in Psicoterapia Psicodinamica