Anna domande di Psicologia e dintorni  |  Inserita il 05/11/2016

Caserta

Ho perso la fiducia in me stessa

Salve mi chiamo anna ho 34 anni e 2 bambini che amo..sono sempre stata una ragazza solare socievole e allegra ma da quando mi sono sposata mi sono lasciata sopraffare dagli eventi...ho sempre lottato x cio che mi piaceva o volevo o semplicemente ritenevo giusto x me.ora nn ci riesco piu,nn so il perché nn mi sento sicura di me.. mi trascuro mangio x stress...kili presi..poca cura si me.. anche il rapporto con mio marito crolla. Nn mi piaccio più fisicamente e nn riesco a reagire. Mi sento seppellita nei problemi della casa ..ho difficoltà in tutto anche nel confrontarmi con le persone mi sento sempre insicura.. vorrei tornare ad essere anche donna e nn solo mamma..

  2 Risposte pubblicate per questa domanda

Dott.ssa Chiara Francesconi Inserita il 06/11/2016 - 09:35

Buongiorno Anna,
più si cresce più i ruoli aumentano, e si diventa esseri umani "complessi". Forse finchè il suo ruolo è solo quello di donna e fidanzata riusciva a far valere se stessa e seguire i suoi bisogni poichè non vi erano forti conflitti interiori. Assumendo anche un altro ruolo, quella di madre, spesso si può finire nel tunnel dell'"ambivalenza".. ci sono cose che vorremmo ma che si scontrano con quello che pensiamo "dovrebbe" fare o pensare una mamma o una donna che si faccia carico delle responsabilità della famiglia e di casa.. Ed è difficile trovare l'equilibrio tra le cose, nel rispettare se stessi, i figli, il partner e tutto il resto degli impegni. C'è di buono che questo processo non è impossibile da risolvere e si può ritrovare la serenità interiore, facendo maggior chiarezza in se stessi e scendendo a qualche compromesso interiore. Alcune volte occorre ad esempio rinunciare alla "perfezione" in ogni ruolo, preferendo un essere "sufficientemente bravi" nei vari aspetti. Un percorso psicologico e di supporto emotivo potrebbe aiutarla nel mettere quest'ordine dentro di lei. Se desidera maggiori informazioni può riscrivermi senza impegno.
un caro saluto,
dott.ssa Chiara Francesconi
psicologa psicoterapeuta cognitiva
www.chiarafrancesconi.it

Dott.ssa Erica Tinelli Inserita il 06/11/2016 - 08:43

Salve Anna, lei fa risalire le sue difficoltà al momento del matrimonio. Cosa ha significato e cosa significa questo evento per lei? Le sue aspettative erano diverse da quella che si è rivelata essere la realtà? Quali sono state le difficoltà che ha dovuto affrontare?
Il matrimonio è un evento che può provocare dei grandi cambiamenti a livello pratico, ma anche a livello più simbolico e per questo potenzialmente è molto stressante. Tutto ciò che comporta dei cambiamenti (anche positivi) è potenzialmente stressante. Probabilmente lei ha difficoltà a gestire tutti questi cambiamenti e questo la porta a sfogare la sua frustrazione in modo inadeguato (ad esempio mangiando solo per stress) e a perdere la vitalità che aveva prima. Però, se è sempre stata una ragazza solare, allegra e "lottatrice" significa che lei ha le risorse per rialzarsi. Deve riscoprirle ed incanalarle nel modo giusto.